- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

GIRIFALCO (CZ) – VILLETTA VIA MILANO INTITOLATA AI MAESTRI DEL LAVORO

Si tratta di dipendenti da imprese pubbliche e private che si sono particolarmente distinti per singolari meriti di perizia, di laboriosità e di buona condotta morale

di REDAZIONE

GIRFALCO (CZ) – 28 MARZO 2018 –  E’ stata intitolata ai Maestri del Lavoro la villetta di via Milano. La cerimonia, allietata dalla musica dell’orchestra Sinapsi diretta dal maestro Giovanni Valentino grazie alla collaborazione dell’Istituto Comprensivo Girifalco-Cortale guidato da Margherita Primavera, si è svolta sabato scorso con la benedizione dell’area alla presenza del parroco don Orazio Galati.

A presiedere l’iniziativa, oltre al sindaco Pietrantonio Cristofaro e Ugo Rosanò alla guida del consolato provinciale, sono stati anche il vice presidente per il Sud Italia Mario Lombardo , il Console regionale Francesco Saverio Capria, i Consoli provinciali di Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia. Presenti, anche, Alatel Careri Antonio – presidente – Avis Parrottino – presidente.

Dopo la benedizione hanno preso la parola il sindaco Cristofaro e il console Rosanò. “Si tratta di un’iniziativa che vuole essere un “piccolo” ma significativo riconoscimento utile a sottolineare pubblicamente quanto sia importante sostenere e diffondere, attraverso l’esempio dei Maestri, la cultura del lavoro”.

“Nella lettura della targa intitolata “Villetta Maestri del Lavoro” – ha detto Ugo Rosanò – i cittadini si chiederanno chi sono questi “Maestri”. Sono lavoratori dipendenti da imprese pubbliche e private che si sono particolarmente distinti per singolari meriti di perizia, di laboriosità e di buona condotta morale.

La decorazione della “Stella al Merito del Lavoro”, istituita con decreto Reggio 30.12.1923 n°3167 e, poi, nel 1954 sorge la Federazione Maestri del Lavoro d’Italia, eretta in Ente Morale con D.P.R. del 14.04.1956 n° 1625, che ha per i suoi scopi la concessione ai lavoratori da imprese pubbliche e private che si siano particolarmente distinti per singolari meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale, che siano cittadini Italiani, che abbiano i cinquanta anni di età , e prestato attività lavorativa ininterrottamente per un periodo minimo di venticinque anni documentabili, alle dipendenze di una o più aziende purché il passaggio di una azienda all’altra non sia stato causato da demeriti personali.

Bisogna avere una grande passione per il lavoro e per le aziende in cui si lavora. Questo è l’insegnamento che i Maestri hanno dimostrato durante la loro attività lavorativa. I Maestri del Lavoro, sono un punto di riferimento certo, in una Società che cambia, impegnati nell’invocare il sacrosanto diritto al lavoro da riconoscere ai giovani del nostro paese per ridare fiducia e speranza in un avvenire più sicuro e per ristabilire , in speciale modo per la Calabria la uguaglianza sociale sancita dalla nostra Costituzione”.

La cerimonia è proseguita nella sala del Consiglio Comunale con la consegna da parte dell’amministrazione comunale di un attestato di riconoscimento a Ugo Rosanò in rappresentanza del sodalizio e ai tre maestri del lavoro di Girifalco: Angelo Catalano, Rocco Loiarro (Acqua Calabria) e Vincenzo Migliazza (Enel).