Stampa Stampa
56

GIRIFALCO (CZ) – INCENDIO AUTO DE ONOFRIO, NESCI E PARENTELA (M5S): «NESSUN COLLEGAMENTO CON NOSTRA ATTIVITA’ ISPETTIVA»


Esponenti 5 Stelle escludono attinenza con iniziative di sindacato parlamentare sulla temporanea assegnazione, al professionista, dell’incarico di primario di all’ospedale di Soverato

di REDAZIONE

 GIRIFALCO (CZ) – 9 GIGNO 2017 –  «Non c’è alcuna relazione tra l’incendio dell’auto dell’ex sindaco e oggi consigliere di minoranza di Girifalco, Mario Deonofrio, e le nostre iniziative di sindacato ispettivo parlamentare circa la temporanea assegnazione, al medesimo professionista, dell’incarico di primario di Chirurgia generale all’ospedale di Soverato, a nostro avviso effettuata dall’Asp di Catanzaro secondo modalità non corrette».

Lo affermano in una comunicato stampa i parlamentari M5s Dalila Nesci e Paolo Parentela.

«Con tutto il rispetto di sempre per l’informazione calabrese –  aggiungono -, non capiamo il perché dell’avvenuto accostamento giornalistico, tra i due fatti ben distinti, nella notizia dell’atto subito da Deonofrio, cui esprimiamo solidarietà, augurandoci che siano presto chiarite le dinamiche dell’episodio e che vengano individuati i responsabili».

«Vale ribadire – concludono Nesci e Parentela – che, sul riferito incarico, nell’interesse pubblico avevamo chiesto in via formale precise spiegazioni al dg dell’Asp di Catanzaro, Giuseppe Perri, rilevando incongruenze nei tempi e nei documenti della vicenda. Ciò è storia nota, anche per come, in modo obiettivo, la stampa ha raccontato quel doveroso intervento, correlato alle nostre prerogative parlamentari».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.