Stampa Stampa
11

GIRIFALCO, CALA IL SIPARIO SUL MUSE FESTIVAL


In tutto dieci serate che hanno fatto rivivere la splendida cornice di Borg@rte nel centro storico

di REDAZIONE 

GIRIFALCO (CZ) –  13 SETTEMBRE 2019 –  Si sono concluse Domenica 8 Settembre le 10 serate di arte, cultura e divertimento organizzate nell’ambito di MUSE FESTIVAL II , iniziativa culturale promossa dall’Associazione Connecting Europe nella splendida cornice di Borg@rte nel centro storico a Girifalco.

Musica, teatro, cinema, cabaret, fotografica e pittura, poesia e letteratura sono state le principali attività svoltesi con cadenza settimanale dal 18 Luglio all’8 Settembre 2019, che hanno animato le serate, arricchendo di qualità e movimento l’estate 2019 a Girifalco. 2 giornate a Luglio (giovedi 18 e giovedì 25), 6 ad Agosto (2-6-13-14-20-25) e 2 a Settembre (7-8) con 10 spettacoli e giornate che hanno animato Girifalco per 3 mesi, con diversi generi musicali, diverse discipline artistiche e numerosi artisti che hanno ottenuto un importantissimo successo di pubblico di tutte le età grazie alla varietà dell’offerta.

Difatti dopo la conferenza di apertura del 18 Luglio con l’incontro-dibattito dedicato alle tematiche della valorizzazione turistica e culturale dei Borghi Calabresi, sul palco del M.U.S.E. FESTIVAL II si sono alternati artisti e musicisti già affermati come Santino Cardamone, cantautore calabrese già partecipante al programma televisivo X-Factor e conosciuto oramai in tutt’Italia, Jakinta & Metissound da Bologna, ReiNo (etichetta schiavetti Records), Bruno& The Souldiers,VirtuS, Skrokk’n’roll e gruppi calabresi e girifalcesi emergenti come Estro, Basso Profilo, La Casa dei matti, Bloom , +39 Acoustic Band,Four best enemies, Mr Doom, Cursoris, Zoloft.

Non solo musica ma ampio spazio è stato riservato anche al teatro con due performance realizzate dalla compagna Scenari Visibili del Tip Teatro di Lamezia terme e dalle associazioni Teatro Popolare Girifalcese e Kinema che hanno realizzato anche delle proiezioni di cortometraggi autoprodotti sul tema del festival, ovvero quello dell’arte come strumento di aggregazione e inclusione sociale.

Anche per i più giovani, M.U.S.E. FESTIVAL II ha proposto diverse serate dedicate alla comicità e al cabaret con le star del web più famosi del momento in Calabria : The Realists, youtubers , duo artistico composto da due ragazzi di Locri famosi in tutt’Italia grazie ai video e gli scketch presenti su Youtube , che hanno ottenuto milioni di visualizzazioni sul web e che il 20 agosto a Girifalco durante il festival hanno fatto letteralmente esaltato il grandissimo pubblico presente.

Grande successo anche per l’esposizione artistica composta da fotografia e illustrazioni, curata da due artisti calabresi: l’illustratrice Paola Morpheus Loprete e Mattia Simonetta che ha riscosso notevoli apprezzamenti da tutti i visitatori di ogni fascia d’età.

Le serate del festival però non sono state dedicate solo all’arte e alla musica ma anche alla poesia, alla letteratura e all’informazione con dibattiti di sensibilizzazione che hanno coinvolto personaggi delle istituzioni, delle amministrazioni locali, sindaci, delle scuole, dell’imprenditoria e delle università e che hanno avuto l’obiettivo principale di informare e approfondire le conoscenze del pubblico presenze su alcune delle problematiche attuali più importanti della società moderna .

Tra I vari ospiti: On. Arturo Bova ,presidente della commisione antindrangheta della regione Calabria, Giuseppe Valentino rapprsentante della Cgil Filcams Calabria, il Sindaco del Comune di Girifalco Ing. Pietrantonio Cristofaro, Avv. Luigi Muraca già consigliere comunale del comune di Lamezia Terme , Pietro Curatola amministratore unico Centro territoriale Europeo, Giovanni Renda Pres. Ass. Borghi da rivivere, Francesco Carnovale Pres. Borgo della longevità Bivongi, Angelo Marra Presidente Associazione Reebot.

Una serata dedicate anche alla storia di Girifalco e della Calabria con il docente Pino Vitaliano che con lo storico Ulderico Nisticò, la cantautrice di lingua grecanica Francesca Prestia hanno mescolato poesia, letteratura, filosofia, costume tradizionale e musica per parlare in maniera nuova della storia di Girifalco di Borg@rte, nel centro storico e della Calabria in generale

Contemporaneamente per tutta la durata del festival, i volontari dell’associazione ha continuato l’operazione di internazionalizzazione di Borg@rte e di tuto centro storico di Girifalco ,proponendo passeggiate e visite guidate esperienziali gratuite a moltissimi gruppi di turisti e persone provenienti da tutt’Europa e tutt’Italia.

Grande soddisfazione e gioia per gli organizzatori e i volontari dell’associazione, non solo per l’ampio successo di pubblico riscosso ma soprattutto per l’alta qualità e varietà delle serate offerta che ha messo d’accordo un pubblico vario e ampio di ogni fascia di età.

Dopo il festival l’associazione composta da più di 20 giovani Girifalcesi, dopo la chiusura del festival è ritornata già subito a lavorare nel proprio settore quello della mobilità giovanile con I progetti Erasmus+ che danno l’opportunità a milioni di giovani europei di viaggiare, formarsi, conoscere nuove persone e nuove culture attraverso I fondi europei.

Ma sono già tante le idee e progetti per il futuro di M.U.S.E. FESTIVAL III da organizzarsi nella prossima estate 2020: dall’inserimento dei progetti di mobilità che portino volontari e ospiti dall’estero attraverso i progetti Europei Erasmus+ e European solidarity corps fino alla creazione di laboratori fissi da organizzarsi durante tutto l’anno , non solo in estate di Musica di insieme,teatro, pittura e fotografia per promuovere e diffondere sempre di più i valori e le tematiche a cui il festival è dedicato: l’aggregazione,l’inclusione sociale dei giovani svantaggiati presenti nel territorio di Girifalco e di tutta la provincial di Catanzaro attraverso l’arte e la cultura, la musica e il divertimento.

Seguite l’associazione Connecting Europe sui canali ufficiali Instagram, Facebook e Youtube per rimanere aggiornati sulle prossime iniziative e progetti.

Sul festival e sul progetto Europeo “M.U.S.E.”

Dopo il successo della prima edizione del 2018 che ha coinvolto 30 partecipanti al Erasmus+ “M.U.S.E. “ finanziato dal programma Erasmus+ attraverso l’Agenzia Nazionale Giovani ANG, provenienti da Grecia, Ungheria, Senegal, Gambia, Iraq, Italia , che hanno trascorso una settimana in Calabria per ideare e progettare progetti che possano contribuire all’inclusione sociale dei giovani svantaggiati delle aree sottosviluppate europee. 

L’Associazione Connecting Europe, con il patrocinio del Comune di Girifalco, dell’Agenzia Nazionale Giovani ANG, del Consiglio Regionale della Calabria e la collaborazione della CGIL FILCAMS CALABRIA, dello SPRAR “L’ APPRODO” e delle associazioni culturali Ass. Culturale Kinema , Teatro Popolare Tpg, ha inteso rilanciare l’iniziativa denominata “M.U.S.E. Festival– Musica come ispirazione per l’unione, la solidarietà e la responsabilizzazione Sociale “. 

L’iniziativa è interamente dedicata alla musica intesa come strumento di promozione dell’inclusione sociale giovani con minori opportunità economiche a rischio di dispersione sociale, nonché alla valorizzazione culturale e artistica dei luoghi compresi nell’area denominata Borg@rte, in località pioppi Vecchi a Girifalco con 10 serate, in un’ottica di prospettiva di crescita condivisa con tutto il territorio regionale.

Sono previste attività varie che si articoleranno con cadenza settimanale nei mesi di Luglio, Agosto e Settembre 2019 : convegni di approfondimento, laboratori e workshop sulla musica tradizionale calabrese, concerti e concorsi musicali, teatro, esposizioni artistiche varie, proiezioni video, degustazioni di prodotti tipici, in forza di accordi con le società, le associazioni di volontariato del territorio e l’associazione non dispone di tutti i fondi necessari.

Durante il progetto MUSE è stato realizzato “”E se la mia vita fosse la tua?” , video-cortometraggio di sensibilizzazione sulle storie di migranti e rifugiati che ha riscosso notevole successo sul web, realizzato dallo staff dell’ Ass. Culturale Kinema, MEET Project Coop Sociale, diretti da Barbara Rosanò, Maicol Gigliotti, Antonio Pintimalli, Asmara Bassetti all’interno di un laboratorio del progetto Europeo “Erasmus+ “”M.U.S..E. – Music as inspiration for Union, Solidarity and social Empowerment” (“M.U.S.E. – La Musica come ispirazione per l’unione, la solidarietà e la responsabilizzazione sociale”) “organizzato dall’associazione Connecting Europe di Girifalco.

Il video, è nato dall’idea da alcuni partecipanti allo scambio Erasmus+ “M.U..S.E.” provenienti da Grecia , Ungheria e Italia e da alcuni ospiti dei centri sprar “L’Approdo ” di Girifalco e Gasperina .

Il tema centrale è stato quella di inserire nel video le proprie storie, confrontarle e raccontarle scambiando i propri volti e le proprie vite al fine di promuovere una cultura sensibile capace di rompeere le barriere, gli stereotipi e i pregiudizi che molto spesso dividono i popoli e i paesi.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.