Stampa Stampa
252

GIOVANI A SQUILLACE, ZOFREA: «DOPO LE ELEZIONI FINISCONO NEL DIMENTICATOIO»


Riceviamo e pubblichiamo: 

SQUILLACE (CZ) –  16 MARZO 2021 –  Il fatto di svolgere una serie di attività costituisce una trama connotata da un particolare ordito.

Nella mia quotidianità di consigliere comunale, imprenditore sociale, di attuatore di progetti di servizio civile, di volontario del banco alimentare, mi misuro con numerose situazioni di disagio riportabili, tutte, alla condizione giovanile a Squillace.

Troppo spesso, tali situazioni, sfuggono alla vista dei più. Tali situazioni si rilevano sporadicamente quando si pensa alla categoria giovanile come bacino di voti. Tali attenzioni si concretizzano nell’entusiasmo di una campagna elettorale, passata la quale, tutto torna come prima.

I giovani tornano ad essere sommersi. Tornano a vivere le loro frustrazioni, i loro disagi, le loro rabbie. Tutto si concretizza in un quotidiano tirare avanti sperando che qualcosa accada. Nulla accade. Nulla serve. Alcuni riaprono la ferita, antica, dell’emigrazione. La valigia di cartone ha lasciato il posto al trolley. La Freccia del Sud ha lasciato il posto a Ryanair.

Ma il groppo in gola è lo stesso. Altri, ancora, resistono. Ancora esistono, per fortuna, alcuni ammortizzatori sociali. C’è modo di trovare il necessario per sopravvivere. Ci sono le pensioni e le provvidenze di chi ti vuole bene, ci sono i lavori in bianco o in nero. Anche qui, però, la coperta si fa sempre più corta.

Scelte scellerate hanno portato alla pensione migliaia di persone, senza attivare un adeguato ricambio.  Una situazione aggravata dalla severa crisi provocata dal Covid-19 I segnali di sofferenza e la richiesta di attenzione da parte dei giovani diventano sempre più evidenti. In qualche caso drammatici. Questo, quanto emerso prepotentemente negli interventi dei giovani presenti, ad una serie di incontri, che in questi mesi, ho avuto con loro.

Dunque che fare ? Ripartire da quello che c’è. Nella consapevolezza che chi non investe nei giovani non ha futuro. E allora svecchiare la Pubblica Amministrazione Avviare un Piano Nazionale per l’occupazione che, non veda, però come in passato contributi a pioggia senza riscontro, ma tenga conto delle peculiarità dei territori.

Circuiti culturali collegati al Turismo, per esempio, attraverso una formazione seria che superi l’assistenzialismo. Creare le condizioni per una partecipazione attiva delle nuove generazioni alle scelte politiche del paese creando delle opportunità sia di aggregazione e sia di formazione, con lo scopo di spronare il loro pensiero critico.

Le nostre sono povere forze ma all’idea di riscatto dei nostri giovani saranno interamente dedicate.

Vincenzo ZOFREA, consigliere comunale di opposizione con il Gruppo “TuttInsieme per Squillace” 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.