Stampa Stampa
13

GIOIA TAURO (RC) – Ucciso in Sicilia esponente cosa reggino Michele Brandimarte, si costituisce il presunto assassino


POLIZIA SQUILLACE

E’ Domenico Italiano, di 23 anni. Avrebbe sparato dopo una lite. La vittima aveva precedenti per mafia e traffico droga

di Redazione

GIOIA TAURO (RC) – 15 DICEMBRE 2014 – Si è costituito nel Commissariato di polizia di Gioia Tauro, Domenico Italiano, di 23 anni, il presunto autore dell’omicidio di Michele Brandimarte, di 53 anni, ucciso ieri a Vittoria nel ragusano.

Italiano ha consegnato anche l’arma usata per compiere il delitto che, secondo quanto dichiarato, è avvenuto a seguito di un litigio. Il giovane e Brandimarte erano assieme in Sicilia. Non si conosce il motivo della discussione scoppiata tra i due finita nel sangue.

La vittima aveva precedenti per associazione di stampo mafioso e traffico di droga ed era legata alla Cosca Piromalli-Molè. La famiglia è stata coinvolta in una faida in Calabria.

   
   

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.