Stampa Stampa
6

GESTIONE PSR CALABRIA, MOLINARO: «FA INGRESSO LA “DISCRIMINAZIONE” DELLE RAZZE AUTOCTONE ALLEVATE»


Pietro Molinaro

Riceviamo e pubblichiamo:

PRESERRE (CZ) –  22 GIUGNO 2022 –  Uno degli interventi più lineari ed equilibrato della misura 10 del PSR “Salvaguardia delle razze animali autoctone minacciate di abbandono e presenti sul territorio regionale” è stato modificato e questo ha penalizzato il 50% degli Allevatori.

La misura prevede il pagamento di un premio annuale, di  200,00 € ad UBA, per compensare i costi aggiuntivi e la perdita di reddito per la bassa produttività delle razze autoctone.

Per il biennio 2021-2022, il Dipartimento Agricoltura ha deciso l’aumento del premio annuale ma con una inspiegabile discriminazione tra le diverse razze allevate: alla razza Podolica 100,00 euro, alle razze Rustica di Calabria, Nicastrese, Aspromontana e Gentile di Puglia €60,00 e al Suino Nero di Calabria € zero.

Un patrimonio di biodiversità e di Allevatori Eroici con 809 Allevamenti e 50.801 capi allevati, a cui non doveva essere praticata nessuna penalizzazione economica, visto che il settore della zootecnica da carne era già stato escluso dalla Misura 21 sui danni da Covid.

Spero  – conclude Molinaro – che venga ristabilita equità di trattamento per come avvenuto fino al 2020.

Pietro Molinaro, già consigliere regionale e Presidente della Commissione Agricoltura nella passata legislatura

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.