Stampa Stampa
69

GEMELLAGGIO AMARONI – RISCH, DON ROBERTO CORAPI NOMINATO SOCIO ONORARIO


La vigilia della festa di Santa barbara, nella “Cittadina del Miele” si è scritta una bella pagina di Vangelo

di Franco POLITO

AMARONI (CZ) –  1 AGOSTO 2021 –  Cresce in presenze il Gemellaggio tra Amaroni e la cittadina elvetica di Risch con il parroco don Roberto Corapi nominato socio onorario.

L’investitura nel corso della solenne celebrazione eucaristica dedicata agli emigrati durante la novena della patrona Santa Barbara di cui, oggi, si celebra la festa solenne.

Messa solenne con la partecipazione di chi ha lasciato la propria terra d’origine, presieduta da un altro emigrato: don Antonio Tarzia.

A consegnare la targa del prestigioso riconoscimento è stata la presidente del Gemellaggio, Maria Rosa Tarzia, che ad Amarono è anche consigliere comunale.

Nel ringraziarlo, la Tarzia parla di don Roberto come di un sacerdote che fin dal primo momento si è fatto amare da tutti, regalando amore e sorrisi.

«Lei, don Roberto  – ha aggiunto – meritava questo riconoscimento e noi siamo onorati ad averla come socio onorario nel Gemellaggio con Risch.

E se don Tarzia ha offerto una profondo spunto per riflettere sull’emigrazione, dal sindaco Luigi Ruggiero è giunto il saluto dell’amministrazione comunale di Amaroni a tutti gli emigrati all’estero.

Non sono mancati, inoltre, i saluti della presidente del Comitato Famiglie Amaronesi, Luana Ruggiero, giunta dalla Svizzera.

E nemmeno i gesti nobili di Salvatore Sorrentino, emigrato in Svizzera, che ha offerto a don Roberto dei quadri da lui realizzati e raffiguranti Santa Barbara, e di Franco Preianò, arrivato Toronto, che ha offerto una preghiera composta da lui in dialetto.

«Tutto questo  – ha affermato don Roberto – è segno di un amore particolare che voi avete verso la chiesa e verso Santa barbara.

Ringrazio tutti voi perché mi sento davvero famiglia con voi che vi amo uno ad uno».

La vigilia della festa di Santa barbara, nella “Cittadina del Miele” si è scritta una bella pagina di Vangelo.

«Una pagina scritta da tutti voi emigrati, che siete la nostra speranza è la nostra gioia», ha concluso don Roberto.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.