Stampa Stampa
162

GASPERINA (CZ) – Presentato il libro “La Scelta”


Un momento della presentazione del libro
Un momento della presentazione del libro

Il volume, scritto da Adriana Lopez ed edito da Rubbettino, racconta la storia di una donna che ha deciso di non arrendersi alla violenza subita nelle mura domestiche

Fonte: articolo e foto di Gianni Romano (Il Quotidiano del Sud)

GASPERINA (CZ) – 27 NOVEMBRE 2014 – Nella giornata contro il femminicidio e la violenza sulle donne, a Gasperina in un riuscito incontro è stato presentato il libro di Adriana Lopez, ”La Scelta” edito dalla casa editrice Calabria Letteria – Rubettino.

Un racconto autobiografico che invita a riflettere con tematiche forte e presenti ancora oggi, il municipio era illuminato da fiaccole e impreziosito da composizioni autunnali, l’estro delle donne già partiva da qui, subito l’intervento del sindaco Gregorio Gallello in una sala consiliare piena di foto e di addobbi in tema, ”Adriano Sofri ha scritto che il corpo delle donne rappresenta il campo dove scatenare battaglie mondiali, diceva il sindaco Gallello,una media di violenze esagerata e in continua crescita sfociati spesso in omicidio accaduti all’interno della famiglia, una grave problematica continuava Gallello, che colpisce tutti,la consapevolezza di questo ci porta oggi a serie riflessioni,una convenzione internazionale ci parla e ci ricorda di queste violenze,stupri,aggressioni fisiche e verbali,omicidi,oggi bisogna mettere a fuoco questa guerra mondiale,oggi,concludeva Gallello,noi vogliamo sensibilizzare la cosiddetta società civile.”

Gli interventi venivano intercalati da brani letti dalla regista Tania Romeo , dall’attore Giampaolo Negro con intervento musicali del maestro Diego Smiraglio, presente in sala l’autrice Adriana Lopez, una donna forte che ha deciso di raccontarsi per fare capire che nella vita ci sono due soluzioni, scegliere o non scegliere, lei lo ha fatto, ha scelto, da qui il titolo del suo bel libro,”La scelta”, era la volta della psicologa Valentina Pirrò,”è la storia di una donna che sceglie di non arrendersi, sceglie di raccontarsi, diceva Pirrò del libro di Lopez, cosa succede alle donne quando decidono di non parlare,solo dopo molti anni le donne parlano, ma è allora che il compagno stabilisce un nuovo predominio,molti sono gli omicidi domestici,continuava Pirrò,ma la donna maltrattata non percepisce il reato,vessazioni,minacce e aggressioni continue,da parte di chi le ha giurato amore per tutta la vita,continua Pirrò, ma questo triste fenomeno è solo la punta di un iceberg, la vergogna di denunciare spesso è maggiore della violenza stessa,influisce anche la mancanza di una possibile capacità economica propria che non sia da dipendenza domestica, bisognerebbe conclude Pirrò istituire un punto di codice rosa nei reparti di pronto soccorso ospedalieri.”

Per la psicologa Donatella Pontiero, la vita dipende dal punto di vista,oggi è la giornata contro il femminicidio,parliamo della forza delle donne,non è la ricerca di un amore negato,del dolore spesso prendiamo la parte migliore cercando il giusto modo di vivere,continuava Pontiero, il dono della autodeterminazione questo è il giusto volano per le donne.”

Prendeva la parola lo storico Ulderico Nisticò come sempre molto lucida e dettagliata la sua esposizione, tanti gli apprezzamenti in sala per questo importante intervento, ”il libro della Lopez va letto più volte, parole precise e pesate, diceva Nisticò, per raccontare a se stessi, narrare come una meditazione, essere donna non è facile, essere donna è una complessità notevole, la donna è più forte dell’uomo, la donna è mamma, moglie e compagna, e come tale va rispettata.”

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.