Stampa Stampa
8

GASPERINA (CZ) – Cittadini di Serie A e di Serie B


Gasperina

Un residente “dimenticato” con l’inizio della raccolta Porta a Porta dei rifiuti. Da tre mesi i sacchetti sono davanti casa sua

Articolo di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

GASPERINA (CZ) – 21 GENNAIO 2015 – Secondo un residente Tonino Fazio, a Gasperina ci sarebbero cittadini di serie A e cittadini di serie B, Fazio  è residente in località Zangara a cavallo con il vicino paese di Palermiti una località fuori dal paese, Fazio risiede e come dice lui paga giustamente i tributi dovuti, acqua, Rsu, il cassonetto era inizialmente posizionato a cinquecento metri dalla sua abitazione per questo Fazio aveva chiesto e ottenuto  dal comune una riduzione sulla tassa del 40%,ma da quando è entrato in vigore il servizio porta a porta sono iniziati  i problemi. 

Problemi legati sempre alla Rsu ,ma proprio su questa, Fazio ha detto a chiare lettere all’ufficio tecnico di pagare questo tributo senza averne il rispettivo servizio. Arriva la differenziata al comune di Gasperina e con questo si attiva il servizio porta porta,via il cassonetto, ma Fazio dal primo giorno dell’istituzione del servizio non ha ancora visto nessun operatore ecologico che prenda davanti alla sua abitazione i preziosi sacchetti contenenti la differenziata.

Da tre mesi i sacchetti messi in bella evidenza e con sopra impressa la data di conferimento, sono ancora lì, non è certo un bel biglietto da visita per chi ci abita come Fazio che deve necessariamente convivere con questo disagio, come se nessuno sapesse dell’esistenza di questa villetta isolata ma che paga puntualmente tutti i tributi dovuti.

«Ho fatto presente al comune di Gasperina, precisamente all’ufficio tecnico – dice Tonino Fazio –  di questa grave problematica  che interessa anche l’igiene e il decoro urbano,ma ad oggi non ho avuto ne risposte, e ne ho visto operatori che venissero a prelevare i sacchetti della Rsu, ma questo è solo uno dei problemi della mia abitazione – continua Tonino Fazio – la zona è completamente isolata e con domanda protocollata al comune ho chiesto se fosse  possibile posizionare un lampione,la sera la zona è completamente al buio  e preda di randagi,cinghiali e io stesso ho problemi a rientrare nella mia abitazione che dista poche centinaia di metri dal parco eolico che non è certo un bel vedere e con il rumore prodotto completa il tutto,potremmo dire,conclude Tonino Fazio oltre il danno la beffa».

Ora si spera,che chi di competenza metta fine a questa situazione iniziando a raccogliere i sacchetti della differenziata  senza che questi diventino una montagna di rifiuti.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.