Stampa Stampa
415

GASPERINA (CZ) – A casa i due vigili urbani


Gasperina, il panorama

Gasperina, il panorama

La giunta comunale ha preso atto della decisione del Consiglio di Stato di annullare definitivamente il concorso per vigili cancellando la graduatoria finale. Contro la selezione, vinta da due giovani del posto, alcuni candidati avevano proposto ricorso al Tar di Catanzaro

Fonte: articolo di Gianni Romano (Il Quotidiano del Sud, in precedenza denominato IL Quotidiano della Calabria)

GASPERINA (CZ) – 22 LUGLIO 2014 – A casa i due vigili urbani di Gasperina vincitori del concorso sul quale era stato proposto ricorso al Tar per l’annullamento delle prove concorsuali. Le cause di invalidazione della prova da parte di alcuni ricorrenti erano confluite al Tar di Catanzaro e, dopo, al Consiglio di Stato che ha emesso il dispositivo.

Ovvero ha annullato in modo definitivo le prove del concorso e la graduatoria finale che aveva visto vincere due giovani del posto che per molto tempo avevano prestato servizio. Ma ora il comune di Gasperina ha preso atto della decisione mandando a casa i due vigili. A seguito della conclusione delle procedure concorsuali era stata approvata la graduatoria di merito finale per la copertura di 2 posti di vigile urbano con rapporto di lavoro part-time.

Con successive determinazioni dell’area tecnica, le numero 119 e 120 del 2012 erano stati assunti in ruolo i R. L. e C. A. N., classificatisi rispettivamente, al primo e al secondo posto della graduatoria di merito. Solo che contro la procedura concorsuale alcuni candidati, collocati in graduatoria in posizione non utile, hanno proposto ricorso al Tar Calabria. Con le sentenze 273 e 274 dell’ 8. febbraio 2013, depositate in segreteria il 7 marzo 2013, il Tar di Catanzaro ha disposto l’annullamento della procedura concorsuale funzionale all’assunzione di 2 vigili urbani part time al 50% nonché di ogni ulteriore atto conseguenziale.

Il Comune ha proposto ricorso in appello al Consiglio di Stato avverso le predette sentenze del Tar Calabria. Il Consiglio con sentenza n. 2906-2907/2013, in accoglimento dell’istanza cautelare proposta dall’ente, ha sospeso l’esecutività delle sentenza emessa dal Tar di Catanzaro n. 273-274/2013, fissando alla data del 04 marzo 2014 l’udienza pubblica per la discussione nel merito dell’appello.

A seguito delle sentenze del Tar Calabria, con determinazione n° 66 del 31 maggio 2013 è stato disposto l’annullamento della procedura concorsuale e notificato agli interessati il provvedimento di fine rapporto di lavoro. L’interruzione del predetto rapporto ha comportato la mancanza totale di unità lavorative nel settore della vigilanza.

Da qui la determinazione 174 del 17 ottobre 2013 con cui, su direttive della giunta comunale, in ossequio anche all’intervenute sentenze del Consiglio dì Stato n° 2906-2907/2013 di accoglimento dell’istanza cautelare proposta dall’ente, si è proceduto ad assumere a tempo determinato , part-time (18 ore settimanali) categoria giuridica ed economica di accesso CI, con decorrenza dal 21 ottobre 2013 e “fino alla decisione nel merito che il Consiglio di Stato adotterà ”, i Sigg.ri R. L. e C.N.

Con le sentenze n. 3133/2014 e 3134/2014, depositate in segreteria il 23giugno 2014 e notificate tramite Pec dal procuratore dell’ente in data 15 luglio 2014, il Consiglio di Stato, Sezione Quinta, ha confermato le sentenze del Tar Calabria NRG 273 e 274 dell’ 8febbraio 2013.

A questo punto la giunta comunale ha preso atto del contenuto delle sentenze NRG.3133/2014 e 3134/2014 , con le quali il Consiglio di Stato, Sezione Quinta, ha confermato le sentenze del Tar Calabria 273 e 274 dell 8 febbraio del 2013, annullando conseguentemente l’intera procedura concorsuale funzionale all’assunzione di n. 2 vigili urbani part time al 50% nonché di ogni ulteriore atto. Conseguenziale.

La Giunta, inoltre, ha preso atto che per come disposto nella determinazione n° 174/2013 con la notifica delle sentenze del Consiglio di Stato, viene a cessare il rapporto di lavoro a tempo determinato instaurato con i signori: R. L., e C. N.

La Giunta, quindi, ha demandato al Rat l’adozione dei provvedimenti gestionali di competenza in esecuzione delle sentenze n. 3133 e n° 3134/2014 e di procedere all’assunzione temporanea di 2 vigili con il ricorso alla graduatoria finale di merito approvata con determinazione n° 108/2013 a seguito di procedura concorsuale finalizzata a tale tipologia di assunzione.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.