Stampa Stampa
33

GASPERINA (CZ) – 2015: IL SINDACO TRACCIA IL BILANCIO


Gasperina, il municipio

“Abbiamo operato senza pensare a beghe improduttive”

 di REDAZIONE

 GASPERINA (CZ) – 2 GENNAIO 2016 – Arriva il nuovo anno e arrivano anche gli auguri, istituzionali e non, del sindaco Gregorio Gallello. Auguri, che nella sostanza, sono un bilancio di un anno di gestione della cosa pubblica gasperinese.

 “Ci lasciamo alle spalle un anno, il 2015 – dice  Gallello anche a nome dell’amministrazione comunale –  che ci ha visto impegnati nel soddisfacimento di alcune pratiche contabili. Dopo l’approvazione da parte del Ministero dell’Interno del bilancio stabilmente riequilibrato inerente all’esercizio 2013, abbiamo approvato le gestioni relative agli anni 2013 e 2014 e ci siamo allineati, con il previsionale 2015, a tutti gli altri comuni italiani. Superata questa fase dedicata a mettere ordine agli strumenti contabili dell’Ente, abbiamo già avviato le procedure concorsuali per la copertura di alcuni posti nel settore della polizia municipale, nel settore amministrativo e nel settore economico-finanziario, con priorità assoluta verso quest’ultimo al fine di pervenire ad una migliore organizzazione del settore tributi. Nell’ottica di questa amministrazione, questa migliore organizzazione porterà, negli anni, ad una riduzione delle tasse comunali. L’azione di risanamento intrapresa parte dalla oculatezza delle spese e dalla lotta all’evasione e all’elusione fiscali”.

 “In questo anno – aggiunge – abbiamo continuato a fare controlli sui contatori idrici, sulle concessioni cimiteriali, sulle tasse non pagate; abbiamo messo mano, per esempio, al ruolo dei rifiuti accertando nuovi utenti e modificandone alcuni vecchi a fronte di minori superficie registrate in passato. 147 sono le nuove iscrizioni e le modifiche che, su 1281 posizioni a ruolo, rappresentano una bella cifra. Negli accertamenti che stiamo facendo, ci potrebbero essere (e a volte ci sono) degli errori dovuti ad aspetti tecnici o a ritardi di catalogazione, non di certo dovuti ad una politica persecutoria; per gli errori, ovviamente, chiediamo scusa. I frutti di questo impegno, comunque, si inizieranno a vedere già dal 2016, sia nella gestione del sistema idrico integrato che in quella dei rifiuti solido-urbani. Da qui a qualche settimana, a causa dell’armonizzazione del bilancio che la legge c’impone, arriveranno i consumi dell’acqua per il 2015, per poi, dal prossimo anno pagarli sempre nell’anno corrente del consumo”. 

“L’anno 2015, però – insiste  – ha rappresentato soprattutto il miglioramento di alcuni servizi comunali. Abbiamo continuato, innanzitutto, il nostro impegno per il miglioramento delle nostre scuole. A gennaio, dopo quasi vent’anni di inattività, abbiamo riaperto la palestra comunale. Abbiamo ristrutturato e riaperto l’aula magna del plesso scolastico di Gasperina centro; a tal proposito, insieme alla scuola, è stato presentato lo scorso 10 dicembre un progetto nell’ambito del bando nazionale “scuola accogliente” per arredarla meglio e per dotarla di un impianto audio efficiente. Nel nuovo piano triennale di edilizia scolastica, approvato dalla Regione Calabria nello scorso mese di giugno, siamo rientrati con un intervento di 750.000 euro da destinare al miglioramento statico ed energetico del plesso di Gasperina. I lavori si faranno nel 2017. Ci siamo occupati anche di acqua, realizzando scarichi lungo la rete idrica, al fine di ripulirla da incrostazioni. Abbiamo acquistato un cloratore automatico, installato presso il serbatoio centrale, che ci permette di controllare quotidianamente la qualità delle nostre acque; dalle analisi effettuate, oggi l’acqua che arriva nelle nostre case è potabile. Sempre nell’ambito dell’acqua pubblica abbiamo fatto controllare le fontane storiche di Pruppo, Vrisi, Vrantoni, Militì e Conella; anche in questo caso le acque sono potabili”.

“Nell’ambito degli aiuti ai non autosufficienti – ricorda Gallello –  sono stati attivati due progetti, che ad oggi sono ancora in corso. Il primo, vede il coinvolgimento di 14 assistiti e l’impiego di ben 41 operatrici che, con turni trimestrali, prestano il proprio servizio; il secondo, rivolto a sei assistiti e finanziato dal Piano Azione Coesione, lo sta svolgendo la Cooperativa ADISS multiservice. Dopo alcuni anni è stato riaperto il Cat (Club alcolisti in trattamento) in collaborazione con il Sert di Soverato. L’ambiente e la cura del territorio sono stati interessati da interventi ed investimenti importanti; innanzitutto abbiamo portato a compimento i lavori per la regimentazione delle acque piovane con la costruzione di caditoie in alcune zone del centro storico e con la realizzazione di un canalone di 350 metri circa lungo viale dell’Unità d’Italia. Grazie alla sinergia con l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, abbiamo ripreso un vecchio finanziamento del 2009 che si stava perdendo e che ci ha permesso di eseguire lavori di protezione e di mitigazione delle acque sia del fosso Pruppo che del torrente Caccavari. Con il Poi energia, gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico, abbiamo ottenuto finanziamenti per oltre € 400.000 destinati ad opere finalizzate al risparmio energetico. Nella sede municipale abbiamo istallato un impianto fotovoltaico e una pompa di calore per l’impianto di climatizzazione; il campo sportivo è stato dotato di un impianto fotovoltaico, di una pompa di calore per l’impianto di climatizzazione e di illuminazione a led. Anche nelle scuole abbiamo investito per l’energia alternativa; nella scuola dell’infanzia di località Pilinga sono stati installati un impianto fotovoltaico e una pompa di calore per l’impianto di climatizzazione, mentre nella scuola dell’infanzia paritaria è stato realizzato un impianto solare termico per la produzione di acqua calda”.

 “Si può dare un primo giudizio positivo sul servizio “porta a porta” nell’ambito della raccolta dei rifiuti solido-urbani – afferma il sindaco –  a circa un anno dal suo avvio. Mancano ancora i dati di dicembre, ma la percentuale annuale di rifiuto differenziato va oltre il 55%. È un buon inizio, che necessita sicuramente di azioni migliorative e, anche, dell’impegno di quei cittadini che ancora stentano ad adeguarsi. Il 55%, comunque, ci permetterà, già dal 2016, di godere delle agevolazioni previste dalla Regione Calabria per il conferimento dell’indifferenziato.

La gestione del cimitero comunale è stata affidata ad una ditta esterna e la qualità dei servizi è decisamente migliorata. Da quest’anno anche l’appalto delle gestione delle lampade votive è stato ben regolamentato; il servizio, oggi, garantisce un introito per l’Ente di gran lunga superiore di quanto avveniva in passato. Al cimitero è in corso un grande lavoro di riorganizzazione, dopo anni passati nel disordine, che ci sta permettendo di andare avanti pur non costruendo nuovi loculi; un progetto, però, al genio civile è già stato depositato e, prima di procedere, è necessario ricostituire parte del fondo vincolato per € 240.000 che, nell’arco della passata consiliatura, è stato incredibilmente destinato ad altre esigenze.

 “Oltre a questi servizi – dice ancora Gallello –  ci siamo occupati anche di protezione civile, approvando il piano comunale e presentandolo nelle scuole alla presenza di S.E. il Prefetto di Catanzaro; viabilità, con l’apertura della circonvallazione; promozione del territorio, che vedrà piena luce nel 2016 con la realizzazione di percorsi turistici e la creazione di una guida turistica e di una app su Gasperina; guardia medica, costruendo una rampa d’accesso per disabili e dotando gli spazi di climatizzazione; Piani Insediamenti Produttivi, con l’avvio (dopo tanti anni di stallo) dei lavori di urbanizzazione dell’area; centro diurno per anziani, con la ristrutturazione di alcuni locali e con l’apertura prevista fra qualche settimana; valorizzazione del vino, attraverso l’organizzazione di feste e la presentazione di un importante progetto all’interno del bando nazionale per la riqualificazione delle aree urbane degradate”.

“In tanti altri ambiti la nostra azione ha lasciato traccia – conclude –  Questo resoconto non ha messo in evidenza gli errori che, siamo certi, ci sono stati e che siamo pronti a correggere. Come ormai appartiene al nostro stile, abbiamo pensato principalmente a governare senza entrare nell’agone di discussioni improduttive che, quando si rappresenta un’istituzione, non si possono assolutamente intraprendere; c’è il rischio di scendere qualche gradino della scala della decenza che nessuno ci prescrive, ma che siamo obbligati a rispettare”.                      

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.