Stampa Stampa
7

GAS RADON, MISURATORI INSTALLATI A TAVERNA


Prosegue la campagna di monitoraggio Arpacal

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  13 FEBBRAIO 2020 –  Sono stati installati a Taverna, in provincia di Catanzaro, in venticinque punti, tra luoghi pubblici e private abitazioni, i dosimetri per la misurazione della presenza di gas radon.

“La campagna di monitoraggio di questo pericoloso gas radioattivo naturale, a cura dell’Arpacal – spiega una nota dell’agenzia per l’ambiente – attraverso il suo laboratorio fisico “E. Majorana” del Dipartimento provinciale di Catanzaro, continua progressivamente ad espandersi su tutto il territorio regionale, registrando l’adesione di molti Comuni.

Ieri, oltre a Taverna dove il sindaco Sebastiano Tarantino ha seguito in prima persona tutte le operazioni del dr. Salvatore Procopio di installazione dei dosimetri, i tecnici Arpacal hanno proseguito le operazioni di installazione in altri Comuni calabresi aderenti”. Nei giorni scorsi, inoltre, sono stati installati in provincia di Reggio Calabria dosimetri a Siderno, Gerace e Locri.

Nei prossimi giorni il monitoraggio continuerà anche con il prelievo di campioni di acqua dalle fontane pubbliche, al fine di misurarne la presenza di gas radon. Il laboratorio “E. Majorana” del Dipartimento Arpacal di Catanzaro, infatti, ha ottenuto dall’ente unico nazionale di accreditamento Accredia l’accreditamento delle prove per la determinazione della concentrazione della presenza di radon nelle acque destinate al consumo umano.

L’Arpacal ricorda che l’Organizzazione Mondiale della Sanità, attraverso l’International Agency for Research on Cancer (IARC), ha valutato la cancerogenicità del radon inserendolo nel Gruppo 1 “agenti in grado di indurre il tumore polmonare”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.