Stampa Stampa
25

GAGLIATO (CZ) – Randagi, si muove la Giunta


Gagliato, scorcio

Gagliato, scorcio

Impartito atto di indirizzo al responsabile dell’ufficio tecnico per garantire il mantenimento e il controllo dei cani catturati sul territorio comunale

di Franco POLITO

GAGLIATO (CZ) – 3 MAGGIO 2015 – Cani randagi sul territorio comunale, si muove la Giunta. Lo fa impartendo specifico atto di indirizzo al responsabile del settore vigilanza. <<Il provvedimento – spiega il sindaco Giovanni Sgro – perché ponga in essere ogni attività idonea ad assicurare il mantenimento e la custodia di quelli catturati sul nostro territorio>>.

Di fronte alla necessità il governo cittadino ha fatto virtù. Soprattutto alla luce del fatto che il Comune gagliatese è privo di un canile comunale e, al momento, non è prevista la sua costruzione per motivi legati alla non convenienza economica della gestione in rapporto all’esiguo numero di cani che potrebbero essere custoditi.

Ma anche in considerazione di quello che dice la normativa. <<La legge 18 agosto 1991 n. 281 – conclude Sgro – dispone che i comuni, singoli o associati, e le comunità montane provvedono a gestire i canili sanitari direttamente o tramite convenzioni con le associazioni animaliste e zoofile o con soggetti privati che garantiscano la presenza nella struttura di volontari delle associazioni animaliste e zoofile preposti alla gestione delle adozioni e degli affidamenti dei cani>>.

Niente canile ma misure di mantenimento e controllo dei randagi sì. Di questi tempi, bisogna fare di necessità virtù.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.