Stampa Stampa
242

GAGLIATO (CZ) – L’ORGOGLIO GAGLIATESE CHIAMATO “FESTIVAL DELLE NANOSCIENZE”


In primo piano Paola Ferrari

Momento clou ieri per “NanoGagliato” con la serata in piazza in cui gli scienziati ospiti provenienti da tutto il mondo hanno illustrato i progressi delle loro ricerche

Articolo e foto di Dario MACRI’ (Il Quodiano del Sud)

 GAGLIATO  (CZ) – 27 LUGLIO 2015 –  E’ partito con un grande banchetto di prelibatezze tradizionali preparato ed offerto agli ospiti nazionali ed internazionali dalla comunità di Gagliato, l’ottava edizione di NanoGagliato, festival mondiale dedicato alle nanoscienze. Questo anno, sono stati numeri da record con la partecipazione di 23 scienziati, amministratori delegati di compagnie bio e nanotech, primari ospedalieri, direttori di dipartimenti di nanomedicina ed esperti di bioetica provenienti da Stati Uniti, Europa ed Italia.

 Le sei le sessioni di dibattito limitate ai ricercatori (che si svolgeranno naturalmente in inglese) si terranno fra Gagliato (al “Galatos”) e Soverato (“al lido San Domenico”) riguarderanno in particolare le innovazioni legate alla nanotecnologia applicate alla medicina, di cui Mauro Ferrari, gagliatese d’origine e Presidente e Amministratore Delegato del Houston Methodist Research Institute, è un riconosciuto pioniere.

 Ieri è stata la giornata di punta del festival: all’alba (ore 5:45) presso il lido San Domenico in Soverato, la lezione (in italiano) aperta al pubblico di Mauro Ferrari intitolata “L’alba della nanomedicina”. Alla sera, la grande serata in piazza, in cui tutti gli ospiti internazionali di NanoGagliato 2015 hanno fatto brevi presentazioni per aggiornare sui progressi delle rispettive ricerche. Paola Ferrari, moglie di Mauro ed organizzatrice del festival insieme, fra gli altri, a Giovanni Sinopoli, ha spiegato come la voce di quanto si stia bene a Gagliato e di quanto godibile sia il mare di Soverato si sia ormai sparsa nel mondo della ricerca sulle nanomedicine.

 Cosicché questo anno gli ospiti sono venuti in Calabria tutti con le rispettive famiglie, raggiungendo il numero record di 83 persone. Anche questo anno c’è stato spazio per la conferenza internazionale di NanoPiccola, per ragazze e ragazzi dai 5 ai 18 anni: 15 ricercatori volontari provenienti (a loro spese) da diversi università hanno offerto ai partecipanti (l’iscrizione è gratuita) presentazioni di nanotecnologia e nanomedicina, con esperimenti e giochi per apprendere i segreti di questa nuova scienza.

 Novità di questa edizione è stato il Gagliato Science Film Festival che ha premiato i migliori video sui progressi della medicina. Evento avvenuto ieri sera durante la serata in piazza, ha incluso altresì l’assegnazione di 5 borse di studio “Salvatore Venuta”. Fra gli ospiti, i filantropi (!) Maria e Neil Bush, della famosa famiglia di presidenti, e Barbara Bass, celebre chirurgo (ex presidente della categoria negli Stati Uniti) che, avendo acquistato col marito casa a Gagliato, ne sono diventati residenti.

 Il grande esempio di NanoGagliato pare sia in via di imitazione: il comitato di “Matera capitale europea della cultura 2019” ha chiesto ed ottenuto collaborazione agli organizzatori del festival e tanti altri luoghi nel mondo si ispireranno a questa grandissima realtà di Calabria. Anche per la gioia e l’orgoglio degli abitanti e degli amministratori di Gagliato: anche sindaco Sgrò e vicesindaco Aspro erano naturalmente presenti alla manifestazione.

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.