Stampa Stampa
231

FRANCAVILLA MARITTIMA (CS) – RIVIVE IL MITO DEL CAVALLO DI TROIA


Realizzata colossale statua che riproduce “Cavallo di Epeo”. Per esposizione ufficiale si attende autorizzazione Soprintendenza Archeologica

di REDAZIONE

FRANCAVILLA MARITTIMA (CS)  – 11 LUGLIO 2016 –  Si è svolta sabato 9 luglio 2016 alle ore 18,30 presso il Parco archeologico didattico di Timpone Motta – Macchiabate di Francavilla Marittima la conferenza stampa di presentazione della statua colossale in legno con riproduzione a scala naturale del cavallo di Epeo di Lagaria e della mostra “Eroi e miti di Lagaria”. 

L’opera è stata mostrata eccezionalmente in attesa dell’apertura al grande pubblico che dovrà attendere l’autorizzazione della Soprintendenza Archeologia della Calabria che ne ha momentaneamente sospeso l’apertura ritenendo il “Cavallo di Epeo” e l’identificazione di Lagaria con Francavilla Marittima “ricostruzioni letterarie antiche che non hanno alcun rapporto diretto e accertato con il cavallo di Troia” riservandosi anche di decidere in merito all’impatto ambientale dell’opera sul paesaggio del parco archeologico di Timpone Motta – Macchiabate.

La presentazione del Cavallo di Epeo è stata preceduta da una conferenza stampa in cui il Comune di Francavilla M.ma e le associazioni Itineraria Bruttìi onlus e Lagaria onlus, hanno richiesto che

la Soprintendenza Archeologia della Calabria conceda l’autorizzazione al completamento della statua didattica su carro “il Cavallo di Epeo” e quella per l’apertura al pubblico della mostra “Eroi e Miti di Lagaria” per un periodo dal 16.07.2016 al 12.11.2016 tenendo conto anche del fatto che si vorrebbe utilizzare l’inizio dell’anno scolastico 2016-2017 per accogliere le numerose richieste di visita che stanno già arrivando da parte di turisti e docenti delle scuole e dare avvio anche ad un concorso di fotografia e disegno dal titolo: “il mito del cavallo di Epeo” in occasione dei 3200 anni di storia del Cavallo di Troia 1184 a.C – 2016 a.D.

 L’Amministrazione Comunale di Francavilla M.ma e le associazioni Itineraria Bruttii onlus e Lagaria onlus confidando che la Soprintendenza regionale non confermi il diniego all’esposizione del cavallo di Epeo decretandone così lo smontaggio e l’esilio presso un’altra sede oppure la sua distruzione, hanno confermato la piena disponibilità nei confronti del Mibac e della Direzione Regionale comunicando di accettare ed attuare le indicazioni che saranno fornite in merito.

 In attesa della risposta definitiva del nuovo direttore della Soprintendenza Archeologia della Calabria prof. Mario Pagano la mostra “Eroi e miti di Lagaria” con la ricostruzione didattica dell’opera “il cavallo di Epeo” rimarrà chiusa al pubblico.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.