Stampa Stampa
65

«FINISCE LA NOSTRA ESPERIENZA CON LA LEGA», AMMINISTRATORI DEL CATANZARESE GIÙ DAL CARROCCIO


“Progetti evaporati ed eutanasia di un sogno in via di completamento”

di REDAZIONE  

PRESERRE (CZ) –  17 NOVEMBRE 2020 –  “L’attesa è finita. Abbiamo sperato che Lega Calabria riflettesse, capisse, decidesse. Che comunicasse qualcosa, qualunque cosa… Abbiamo atteso silenti, abbiamo stimolato sussurrando, abbiamo provocato con toni ruvidi, ma il risultato non è andato oltre l’impermeabilità più assoluta del nostro interlocutore.

E allora, va da sé, non ci sono più margini per fare politica con questa Lega, con questa dirigenza regionale.

Assenti le condizioni minime di permanenza poiché è stata ablata ogni interlocuzione e, con essa, ogni possibilità di “fare territorio” in favore della gente che aveva creduto in noi.

Abbiamo condiviso sin dall’inizio il progetto guidato da Salvini e quelle idee ancora condividiamo, ma il Carroccio calabro si è rinchiuso in un invalicabile recinto riempito da una dimestichezza politica tutta da verificare e da nessuna base elettorale. Progetti evaporati ed eutanasia di un sogno in via di completamento.

Il “proposito primo” di qualcosa di diverso e di buono per la nostra terra che, come un peccato originale, per avere ancora vita sarà costretto ad adeguarsi al peggiore contesto svendendosi al migliore offerente portatore di voti…

Finisce qui, allora, la nostra esperienza con la Lega. Da oggi si guarda avanti! Tanti progetti ci chiamano, tanta gente ci chiede di insistere”.

A firmarla ci sono: Antonio Chiefalo, già coordinatore provinciale e candidato alle “regionali 2020”, Franco Iona, Crotone, già candidato per Camera e Senato e presidente consulta nazionale associazione ente terzo settore, Aldo Cerra, già sindaco di Gizzeria, Sergio Garieri, Consigliere Comunale di Chiaravalle Centrale, Antonio Provenzale, assessore Comune di Petrizzi Salvatore Caliò, già coordinatore giovani Catanzaro.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.