- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

FINE DELL’ESTATE, MESORACA E ZOFREA: «AL COMUNE DI SQUILLACE I PROBLEMI RESTANO»

I consiglieri comunali di “TuttInsieme”: L’amministrazione comunale dovrebbe chiedere scusa ai cittadini”

di Fra. POL.

SQUILLACE (CZ) –  2 SETTEMBRE 2021 – «L’estate è finita ma i problemi al comune, ancora senza bilancio, restano!»

Lo affermano Oldani Mesoraca e Vincenzo Zofrea, consiglieri comunali di opposizione della lista civica “Tuttinsieme per Squillace”.

I due consiglieri aggiungono: «Siamo certi che l’Amministrazione comunale non aspettava altro.

Non vedeva l’ora che anche il mese di agosto passasse in fretta perché, così, non avremmo avuto il tempo di accorgerci che un’altra stagione estiva è passata senza che il sindaco e la sua squadra muovessero un solo dito per rendere più piacevole il soggiorno dei turisti che, autonomamente, hanno scelto di fare una visita alla nostra città.

I nostri concittadini di ritorno ci hanno segnalato decine di mancanze, di problemi per i quali, al Comune, non hanno saputo dare alcuna risposta».

Mesoraca e Zofrea dicono ancora: «È il caso di qualche residente all’estero che non ha potuto pagare la tassa rifiuti in quanto negli uffici comunali non ha trovato nessun referente, perché, allo stato, c’è, in servizio, una sola unità lavorativa part-time.

È il caso di chi, restituendo il modulo della lettura del contatore dell’acqua, si è trovato davanti, per la consegna, un consigliere comunale che, ovviamente, non ha alcun titolo per fare questo ed altri servizi, violando anche ogni norma sulla privacy.

È il caso di chi, recandosi in Comune per segnalare che l’unica lampadina esistente nel suo vicoletto era fulminata, si è sentita rispondere la solita cantilena: “non ce su sordi” (non ci sono soldi)».

E che dire della pulizia o delle buche sulle strade e delle vie di accesso al mare? Pensate, un cittadino, residente a Monza, ha sentito il senso civico di denunciare queste cose con l’ausilio di alcune foto ed è stato invitato, a molo modo, a non …. dare fastidio al “conducente”.

Che dire del disagio subito dai cittadini di Squillace lido, in particolare, che, per giorni e giorni, sono rimasti senz’acqua?»

Gli esponenti di “TuttInsieme per Squillace” insistono: «Ma un record quest’Amministrazione lo ha raggiunto: siamo, infatti, al primo di settembre, ossia a tre mesi dalla fine dell’anno, ed ancora il buon Sindaco non è riuscito a portare in Consiglio né il bilancio preventivo, né quello consuntivo.

In tutto questo desolante spettacolo è davvero ammirevole lo sforzo enorme fatto dall’unico Vigile urbano, Pino Merenda, per assicurare, per quanto di sua competenza, sull’intero territorio comunale, l’ordine e la sicurezza tutto il giorno, per l’intera stagione.

Così come, un ringraziamento, sentiamo di farlo a tutti gli imprenditori ed i commercianti che, con le loro diversificate attività, hanno offerto apprezzabili servizi.

Un grazie anche agli organizzatori della seconda rassegna letteraria “Alla Corte dei Borgia” Carmela Commodaro, Salvatore Grillone e Tony Schito».

Poi concludono: «Per il resto, forse, l’Amministrazione comunale farebbe bene a chiedere Scusa.

Scusa per tutto ciò che non ha saputo fare ed offrire durante le vacanze;

Scusa per non aver saputo accogliere, come si doveva, i visitatori  occasionali;

Scusa per non aver curato il decoro urbano;

Scusa per l’insufficienza amministrativa;

Scusa per non aver capito che il futuro di Squillace è adesso!»