Stampa Stampa
32

FABIO STRINATI, IL POETA INNAMORATO DELLE PRESERRE CATANZARESI


Marchigiano, 35 anni, tra i suoi scritti anche una poesia inedita dedicata a Gasperina

di Franco POLITO

 PRESERRE (CZ) –  11 MAGGIO 2018  –  Si chiama Fabio Strinati. E’ nato 35 anni fa a San Severino Marche.

 Vive  ad Esanatoglia, un paesino della provincia di Macerata nelle Marche. Poeta, scrittore, aforista, esperantista, pianista e compositore, le sue poesie sono state tradotte in romeno e in spagnolo.

 È il direttore della collana poesia per “Il Foglio Letterario” e cura una rubrica poetica dal nome Retroscena, proprio sulla Rivista mensile del Foglio Letterario, dove ogni mese, ospita poeti di fama nazionale ed internazionale.

 È uno studioso dell’olismo, della patafisica, della poesia visiva, sonora, elettronica e concreta.

 Tutto qui? Neanche per idea. Strinati, infatti, ama moltissimo la Calabria «che – dice –  mi ha dato tantissimo». E’ attratto dalle zone agresti e rurali. Ha un debole per il Basso Ionio Soveratese e le Preserre Catanzaresi con i  loro tesori e il fantastico mondo che racchiudono.

 Tra gli straordinari Comuni di questo vasto e singolare territorio ce n’è uno particolarmente caro a Strinati. Talmente caro da dedicargli una poesia inedita che appresso vi proponiamo.  

GASPERINA (e un bacio a te…)

Ricordo quel profumo del tuo volto collinare

intrecciato di storia con spirto d’eleganza,

prospiciente al mare,

Gasperina “ Terrazza sullo Ionio “

dal valor salubre e al viso rivierasca…

come quel bacio in fronte e sul litorale,

l’arte del poeta errante: pescatore in versi,

e all’alba, il nascere femmineo

dell’antico borgo sulla costa …

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.