Stampa Stampa
133

ERASMUS, UN PONTE TRA GRECIA, CALABRIA E SOVERATO: LEGAME TRA MERAVIGLIOSE ANTICHE REALTÀ CULTURALI


Riceviamo e pubblichiamo:

SOVERATO (CZ) –  23 OTTOBRE 2022 – La Grecia … Atene, patria di importanti filosofi, scrittori, politici come Socrate, Pericle, Sofocle…, da dove incominciare? Paesaggi, arte, cucina tipica, tradizioni…belle persone i “parenti” greci!

Sì, sono tantissime le affinità elettive che ci legano, a partire dalla Magna Grecia è tutto un intersecarsi di storia, arte e cultura. Atene e Roma…un gemellaggio di monumenti e storia antica:è proprio quello che ha offerto ilGenikoLykeioZografoudal 3 al 6 ottobre nell’ambito del progetto Erasmus+ EuroDigitCultHerad un gruppo di studenti edocenti dell’ITT Malafarina di Soverato, direttodal prof. Saverio Candelieri.

Dalle mobilità Erasmus si torna sempre ricchi di tante storie da raccontare, di tanti monumenti da descrivere, di aneddoti da ricordare, ma l’esperienza vissuta in Grecia dal team italiano composto dagli allievi Luigi Procopio, Maria Vittoria Lentini, Luca Natali, Vittoria Procopio, dagli architetti  Vincenzo Carito e Maria Antonietta Battaglia e dall’esperta di lingue straniere Sandra Macrina, supportati a distanza dalla Coordinatrice dello Staff Erasmus+ del Malafarina Savina Moniaci, ha rappresentato un grande valore aggiunto per il programma: un viaggio sempre sognato, fin dai primi anni di scuola, quando la civiltà greca colpiva l’immaginario di menti giovani, grazie alla grandezza dei tanti personaggi storici così vicini alla nostra amata terra di Calabria, alla Magna Grecia!

La Grecia, infatti, rappresenta per noi calabresi un legame di forte identità culturale, di sapori, di storia, di comunanza di idioma come dimostra il fatto che in alcuni paesi del reggino si parla ancora il grecanico. Una storia studiata sui libri, ma che, vissuta sul posto, ha un altro sapore ed, allora, ecco la grande emozione nel salire verso l’Acropoli ed, improvvisamente, ritrovarsi in un testo di storia dell’arte.

In linea con gli obiettivi del progetto che prevedono la digitalizzazione del patrimonio artistico europeo, ecco apparire il possente Partenone: emblema della bellezza dell’architettura classica dell’Antica Grecia, il delicato Tempietto di Atena Nike: simbolo della vittoria, alla quale tagliarono le ali per far sì che non abbandonasse Atene, l’elegante Eretteo con l’affascinante copertura della galleria meridionale che si sostiene con l’aiuto delle Cariatidi: sei bellissime colonne dall’aspetto femminile, oggi conservatenel Museo e, poi ancora, i Propilei: ingresso monumentale dell’Acropoli, il Teatro e  l’Anfiteatro e il panorama su una città ricca di sorprese.

Entusiasmante la visita all’adiacente Museo che raccoglie materiali rinvenuti sull’Acropoli di Atene. Immersi nelle rovine greche, improvvisamente passeggiando per le vie della città, eccoci nelle vestigia dell’antica Roma che fanno da cornice ai nuovi quartieri.

All’Agorà Romana si accede attraverso la ben conservata Porta di Atena Archegetisfino alla straordinaria Torre dei Venti.

E poi, ancora da lì, percorrendo la via dei tipici negozi verso il Palazzo del Parlamentosi arriva nella centralissima Piazza Syntagma per assistere al Cambio della Guardia degli Euzoni.

Infine, di particolare interesse, la visita alla Galleria Nazionale di Atene, il museo d’arte più importante della Grecia, reso celebre dai suoi dipinti e dalle sculture greche del XIX e XX secolo. 

Lasciando la città, costeggiando le belle assolate spiagge ecco scorgere, imponente, arroccato su un promontorio a Capo Sounion e, proteso sul mare Egeo, il Tempio di Poseidone, uno dei monumenti più famosi della Grecia, dedicato al mitico dio del mare.

E dopo cotanta immersione nei luoghi più suggestivi dell’antica Grecia ecco i nostri allieviinteragire con i ragazzi greci e con quelli provenienti dall’Ungheria, Croazia, Spagna e Portogallo, nelle attività programmate di Graphic Design che hanno inteso tradurre in forma grafica le suggestive impressioni raccolte nel corso delle escursioni culturali.

Nell’ambito dei workshop, ha riscosso, inoltre, una sentita partecipazione la lezione sul Sirtaki, ballo tradizionale greco che ha subito coinvolto tutti i partecipanti in una danza travolgente. I giorni sono volati e, a perenne memoria, dei momenti indimenticabili trascorsi ad Atene, ci restano centinaia di foto e video ed una serie di outcome grafici di alto livello.

La Grecia, un mito che continua ad affascinare!

Alla prossima avventura Erasmus … con un mondo di emozioni nel cuore!

Per l’ITT Malafarina di Soverato Maria Antonietta Battaglia (architetto)

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.