Stampa Stampa
16

DUNE ANGITOLA E TARTRUGHE MARINE, LE PRIORITÀ DEL WWF


Oggi conferenza stampa di presentazione delle attività intraprese e progetti realizzati

di REDAZIONE

CATANZARO –  28 NOVEMBRE 2019 –  Praterie sottomarine di Posidonia oceanica davanti alle coste del Vibonese ripulite dai rifiuti, la valorizzazione naturalistica dei Pantani di Saline Ioniche, il sostegno al  Centro di recupero delle tartarughe marine di Crotone e la tutela dei nidi della stessa Caretta caretta in alcune aree della Calabria, per finire con il recupero ambientale delle Dune dell’Angitola nel territorio di Pizzo, dove nidifica il Fratino e dove il giglio di mare esplode in piena estate con le sue fioriture bianche e profumate.

Sono queste  le cinque emergenze individuate dal Wwf Italia e dalle sue organizzazioni locali per rispondere all’invito della Regione Calabria a tutelare siti di interesse comunitario rientranti nella “Rete Natura 2000” con concreti progetti di conservazione.

Tutti i progetti rientrano nell’ambito del Programma operativo regionale 2014-2020 FESR-FSE con l’obiettivo di «conservare, ripristinare e tutelare gli habitat e le specie della Rete Natura 2000».

I risultati delle attività che hanno visto impegnati negli ultimi mesi attivisti del Wwf, consorzi di bonifica, vari enti e ditte locali, saranno illustrati oggi 28 novembre, a partire dalle 10.30, presso la Sala conferenze del Museo Storico Militare di via Cortese a Catanzaro.

All’incontro, oltre ai vari relatori responsabili dei progetti, parteciperanno l’assessore regionale all’Ambiente Antonella Rizzo; l’architetto Orsola Reillo, nella sua qualità di dirigente generale del Dipartimento Ambiente e il direttore generale del Wwf Italia Gaetano Benedetto.

Le conclusioni saranno affidate al responsabile per i Parchi e le Aree Protette della Regione Calabria, Giovanni Aramini.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.