Stampa Stampa
190

DONATO FA “CAPPOTTO” E SI RICONFERMA SINDACO A CHIARAVALLE CENTRALE


Oltre 900 i voti di scarto con Maida. Lontanissimi Rauti e Neri

di Francesco PUNGITORE

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) –  5 OTTOBRE 2021 –  In gergo calcistico si chiama “cappotto”.

E’ quello che il sindaco uscente di Chiaravalle Centrale, Mimmo Donato, ha “regalato” ai suoi tre avversari nella sfida delle elezioni comunali.

Numeri che sono impietosi: 1.880 voti per la lista “Ripensiamo Chiaravalle – Insieme si può – Mimmo Donato sindaco”; 907 voti, cioè oltre 900 di scarto con il primo arrivato, per Vito Maida e la sua “Uniti per Unire”; lontanissimi Giuseppe Rauti e “Chi.Ce” con 404 preferenze; e infine Emanuela Neri con “Rigeneriamo Chiaravalle” ferma a soli 305 voti.

Una sfida elettorale senza storia, praticamente, che indica con chiarezza e senza alcun dubbio la volontà dei chiaravallesi di premiare in blocco la consiliatura uscente, delegando altri cinque anni di amministrazione della città alla squadra di Mimmo Donato.

Pesante la sconfitta di Vito Maida con il suo “strano” esperimento di coalizione allargata a tutte le forze di opposizione anti-Donato, da destra a sinistra, che evidentemente non è piaciuto agli elettori.

E poi il vuoto fino a Rauti e Neri che, con i pochissimi consensi raccolti, dovranno certamente avviare una riflessione interna sui perché di un risultato tanto deludente.

La nuova composizione del consiglio comunale: sindaco Domenico Donato, consiglieri comunali di maggioranza Liberata Donato (452 preferenze), Gianfranco Corrado (426), Pina Rizzo (357), Claudio Foti (316), Maria Stefania Fera (295), Marzia Sanzo (228), Giuliano Fera (222), Isabella De Masi (201), consiglieri di minoranza Vito Maida, Concetta Cardamone (275), Giuseppe Rauti, Emanuela Neri.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.