Stampa Stampa
57

DON KINGSLEY VIA DA PALERMITI, I FEDELI DICONO “NO”


Iniziative pacifiche per trattenere nella comunità il giovane sacerdote nigeriano. Ben 500 firme posta in calce alla lettera indirizzata al vescovo. Parrocchiani in fiduciosa attesa

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

PALERMITI (CZ) –  17 LLUGLIO 2020 –  Nessuna rivolta, nessun disordine.

Solo una forma di protesta pacata, per ora, quella attuata a Palermiti in relazione alla vicenda del trasferimento del vice parroco don Kingsley Chigbuogu Nwachukwu.

Nell’ambito dei trasferimenti dei parroci in atto in tutta l’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace, anche il giovane sacerdote nigeriano, alla guida della parrocchia palermitese da circa due anni, dovrà lasciare presto l’incarico.

Don Kingsley si era inserito perfettamente nella comunità, riuscendo a coinvolgere soprattutto i giovani nelle varie attività.

Lo hanno scritto all’arcivescovo mons. Vincenzo Bertolone alcuni fedeli del luogo, che hanno avviato anche una raccolta di firme, raggiungendo quota 500.

«In poco tempo don Kingsley – si legge nell’appello – ci ha fatto riscoprire l’importanza di quei valori spirituali e umani che credevamo ormai irrecuperabili. 

Si sono attivate iniziative che hanno coinvolto le varie realtà sociali del nostro paese. Dover interrompere il percorso intrapreso sarebbe una ferita per la nostra comunità». La comunità palermitese spera che la decisione del vescovo sia revocabile.

«Don Kingsley – conclude la lettera – lo sentiamo ormai il nostro parroco». Domenica scorsa a Palermiti è giunto don Stephen Achilihu, inviato dal vescovo per fare chiarezza sulla vicenda, ma anche per ascoltare la gente.

Don Spephen ha riferito che la permanenza di don Kingsley a Palermiti è temporanea: era già stato deciso due anni fa il suo trasferimento, all’atto del suo insediamento.

E soprattutto, secondo quanto riferito dal sacerdote, non vi è stata alcuna segnalazione negativa, come si era pensato in un primo tempo, nei confronti del sacerdote nigeriano da parte di ignoti fedeli locali.

Al termine della messa domenicale un nutrito gruppo di fedeli si è intrattenuto con don Stephen insistendo con lui di riferire a mons. Bertolone di voler mantenere don Kingsley alla guida della parrocchia.

C’è il desiderio da parte di tutti di proseguire un percorso pastorale virtuoso che ha fatto rifiorire tante attività parrocchiali con il coinvolgimento della popolazione, delle associazioni e dell’amministrazione locale.

I parrocchiani sono in fiduciosa attesa.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.