Stampa Stampa
56

DIMISSIONI SINDACO A CENADI, IL COMUNE NELLE MANI DEL COMMISSARIO


Cenadi, veduta dall'alto

Primo cittadino coinvolto, assieme al consigliere di maggioranza Giovanni Damiano Deodato e del tecnico comunale Gianni Melina, nell’operazione antimafia denominata “Imponimento”, condotta dal procuratore della Repubblica Nicola Gratteri

di REDAZIONE 

CENADI (CZ) –  25 LUGLIO 2020 – La neo prefetta di Catanzaro, Maria Teresa Cucinotta, ha vergato giovedì scorso il provvedimento di nomina del commissario prefettizio al comune di Cenadi.

Si tratta di Giuseppe Belpanno con alle spalle una ragguardevole esperienza nelle amministrazioni locali.

L’arrivo del rappresentante del Governo è scaturito a seguito delle dimissioni dell’ex sindaco Alessandro Teti alla sua seconda consecutiva legislatura, coinvolto, assieme al consigliere di maggioranza Giovanni Damiano Deodato e del tecnico comunale Gianni Melina, nell’operazione antimafia denominata “Imponimento”, condotta dal procuratore della Repubblica Nicola Gratteri.

Per le nuove elezioni nel piccolo centro delle Preserre c’è da aspettare la primavera del 2021. La riconferma di Alessandro Teti quale sindaco era avvenuta nel giugno del 2017.

L’ex primo cittadino ha spiegato le ragioni delle sue dimissioni.

«Ricevuta l’informazione di garanzia con la quale sono stato messo a conoscenza della pendenza di un procedimento penale nei miei confronti, per un reato connesso alla carica di sindaco da me rivestita.

Pur manifestando, sin da subito, la mia estraneità al grave reato contestatomi ho ritenuto opportuno – ha detto Alessandro Teti – rimettere la mia carica di sindaco.

Vuoi per il rispetto che nutro nei confronti dell’Autorità giudiziaria e delle istituzioni di cui finora ho fatto parte e vuoi per essere libero di potermi dedicare, nel migliore dei modi alla mia difesa. Sono sicuro – ha concluso l’ex primo cittadino di Cenadi – che il prosieguo delle indagini potrà accertare la mia totale estraneità ai fatti contestati ed in tal senso confido nell’operato della magistratura».

Decisione di dimettersi, accompagnata dalla firma del resto dei consiglieri comunali di maggioranza che hanno seguito la volontà di Alessandro Teti di lasciare la sede municipale.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.