Stampa Stampa
73

DEVOZIONE A SAN GREGORIO, STALETTÌ RIEVOCA IL “MIRACOLO DELLA PIOGGIA”


Episodio ricorda un periodo di profonda siccità, tanto che la popolazione chiese al priore dell’epoca di uscire con la statua del santo e in una giornata di splendido sole, arrivarono nubi e acqua

di Salvatore CONDITO

STALETTÌ (CZ) –  19 MAGGIO 2020 –  La fede la tradizione rivive in una santa celebrazione eucaristica, per ricordare le virtù eroiche di San Gregorio Taumaturgo, protettore della comunità nel giorno del ’miracolo della pioggia’.

Una festa che in questa ricorrenza ha un sapore particolare, il ritorno a una timida normalità dopo due lunghi mesi d’isolamento Covid 19, che ha impedito lo svolgersi delle funzioni religiose con chiese chiuse.

Oggi grazie alle nuove disposizioni governative è stato possibile celebrare all’aperto la festa del “miracolo della pioggia”, che ricorda un periodo di profonda siccità, tanto che la popolazione chiese al priore dell’epoca di uscire con la statua del santo e in una giornata di splendido sole, arrivarono nubi e pioggia.

Da quel momento come segno di devozione ogni tredici del mese di Maggio è ricordata questa data; in quest’ occasione tale data è stata spostata grazie alla sensibilità del padre provinciale Padre Mario Chiarello, che ha condiviso di prolungare di pochi giorni la ricorrenza per rientrar nelle disposizioni.

Una funzione che complice l’ottima giornata è stata celebrata davanti al secolare convento presieduta dal padre provinciale Padre Mario Chiarello, presente il parroco don Roberto Corapi; nel corso della celebrazione ha preso la parola, il Sindaco Alfonso Mercurio.

“Voglio ringraziare il nostro patrono San Gregorio Taumaturgo – ha sottolineato il Sindaco Alfonso Mercurio – perché in questo periodo d’isolamento e pericolo a causa del Covid 19, ha protetto la comunità, tanti ci siamo rivolti con preghiere e suppliche di protezione”.

Parole forti del primo cittadino che ha evidenziato che la figura di San Gregorio rappresenta un forte richiamo alla fede e devozione in un momento di grave pericolo, per cui si continua a invocare la sua paterna protezione.

Nel corso della sua omelia padre  Mario Chiarello ha evidenziato i valori della fede della devozione a questo glorioso santo definito Taumaturgo cioè operatore di miracoli invitando la popolazione alla preghiera semplice  e umile.

Tanti i cittadini presenti oltre alle autorità militari tra cui il comandante della stazione dei carabinieri di  Gasperina maresciallo Domenico Misogano, che in questo periodo di Covid 19 insieme ai suoi uomini ha garantito sicurezza e rispetto delle norme governative, vigilando senza tregua su tutto il territorio di competenza. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.