Stampa Stampa
66

DEVASTATA A REGGIO SEDE FONDAZIONE FALCOMATÀ, LE REAZIONI


I rilievi sono stati effettuati dalla polizia scientifica che è intervenuta insieme alla Digos per ricostruire l’accaduto

di REDAZIONE 

REGGIO CALABRIA –  26 APRILE 2020 –  La sede della Fondazione intitolata a Italo Falcomatà, sindaco di Reggio Calabria dal 1993 al 2001, è stata devastata nella giornata di venerdì scorso.

La notizia è stata resa nota dal figlio, Giuseppe, attuale sindaco della città metropolitana calabrese: “Sono stato avvisato del fatto che qualcuno si è introdotto all’interno della sede della Fondazione che porta il nome di mio padre, bruciando foto, lettere, album, documenti, e rotto vetri, imbrattato muri, divelto alcune porte, distrutto targhe e premi, portando via alcune medaglie e due computer pieni di documenti storici e di cataloghi della biblioteca”.

I rilievi sono stati effettuati dalla polizia scientifica che è intervenuta insieme alla Digos per ricostruire l’accaduto.

“A chi ha fatto tutto questo – ha sottolineato Giuseppe Falcomatà – vorrei dire che non ha offeso solo la memoria di un uomo, di mio padre, non ha colpito la mia famiglia o la Fondazione che porta il nomedi Italo Falcomatà. Ma ha offeso un luogo che è simbolo di un’intera comunità, ha offeso i cittadini di Reggio Calabria e un pezzo della storia della nostra città e del patrimonio culturale, politico ed amministrativo che appartiene a tutti noi”.

La Giunta municipale del Comune di Reggio Calabria, in una nota, si è stretta attorno al sindaco Giuseppe Falcomatà e “testimonia vicinanza alla famiglia per l’ignobile atto perpetrato ai danni della Fondazione Italo Falcomatà, luogo simbolo della sua memoria”.

Fondazione Falcomatà: Tallini, episodio grave e preoccupante
Solidarietà del presidente del Consiglio regionale Domenico Tallini al sindaco di Reggio Calabria per gli atti vandalici alla sede della Fondazione Italo Falcomata.

“Episodio grave – afferma – e preoccupante. Nell’esprimere, a nome mio personale e dell’Assemblea regionale che rappresento, solidarietà al sindaco di Reggio Calabria ed alla sua famiglia per la devastazione della sede della Fondazione Italo Falcomatà, mi auguro che i responsabili siano individuati e consegnati alla giustizia.

In questa fase di terribile crisi economica e di disorientamento generale che per molti aspetti evocano alte drammatiche crisi sociali del passato, ci sarebbe bisogno di comportamenti responsabili e ispirati al massimo rispetto delle basilari regole della convivenza civile, piuttosto che di vandalismi cosi deplorevoli che generano sconcerto e indignazione”.

Fondazione Falcomatà: Graziano (Pd), colpita tutta R.Calabria
“Chi ha devastato la sede della Fondazione Italo Falcomatà è un vigliacco perché ha colpito una eccellenza di Reggio Calabria impegnata nella solidarietà, nella ricerca, nella cultura, nello sport e nell’integrazione sociale”. Lo dichiara il commissario regionale del Partito Democratico della Calabria, Stefano Graziano. “A Giuseppe Falcomatà – aggiunge – tutta la solidarietà della comunità democratica calabrese. Auspichiamo che gli autori di questa azione siano al più presto individuati”.

Fondazione Falcomatà: Siclari (FI), R.Calabria non dimentica
“Ho telefonato, appena saputo del vile gesto compiuto a danno della fondazione “Italo Falcomatà” al sindaco e figlio Giuseppe Falcomatà per esprimergli tutta la mia vicinanza e solidarietà”. Il senatore reggino Marco Siclari, di Forza Italia, esprime una “ferma condanna a chi ha tentato di infrangere il ricordo di Italo Falcomatà, un esempio di uomo e di amministratore che nessun raid potrà mai cancellare dalla mente di chi lo ha conosciuto.

Sono convinto che i reggini onesti e perbene che sono la stragrande maggioranza, metteranno all’angolo chi compie gesti così deprecabili. A Giuseppe va il mio sostegno nella consapevolezza che questo dolore renderà ancora più vivida la memoria di un uomo e un sindaco che ha contribuito a rendere Reggio migliore”.

Fondazione​ Falcomatà: Oddati, solidarietà Pd, gesto criminale
“Ieri a Reggio Calabria qualcuno ha devastato la sede della Fondazione Italo Falcomatà, indimenticato sindaco illuminato, democratico e progressista. Al figlio #giuseppefalcomatà e alla città la solidarietà delle democratiche e dei democratici italiani”. Così su Twitter Nicola Oddati, coordinatore dell’iniziativa politica del Pd.

Garante Marziale stigmatizza vile gesto contro la Fondazione Falcomatà ed esprime solidarietà e vicinanza

“Offendere la memoria storica è un danno che si fa alle giovani generazioni.” E’ quanto ha affermato, a seguito delle azioni vandaliche nella sede della Fondazione Falcomatà, Antonio Marziale, Garante per l’Infanzia e l’adolescenza della Regione Calabria, aggiungendo: “Ci sono uomini che hanno dato se’ stessi per costruire una civiltà migliore e Italo Falcomatà è tra questi.

Si può essere stati avversari politici, si è potuti avere una visione antitetica, ma non si può gettare nel fango un patrimonio comune”.

Ancora Marziale: “A Giuseppe, attuale sindaco, la mia vicinanza emotiva e ai fautori dell’ignobile gesto tutto il mio disprezzo domandandomi, qualora avessero figli o fratelli piccoli, con che coraggio riescano a guardarli negli occhi”.

Fondazione Falcomatà: Irto, sfregio alla città di R.Calabria
“La devastazione della sede della fondazione ‘Italo Falcomatà’ è uno sfregio all’intera città di Reggio Calabria. Un episodio criminale che, soprattutto per la scelta dell’obiettivo preso di mira, non deve essere derubricato a opera di balordi e su cui vanno accertate al più presto le responsabilità”.

Lo afferma il consigliere regionale calabrese del Partito democratico Nicola Irto, che prosegue: “Esprimo ferma condanna per questo grave e vile atto, che assume un significato inquietante perché rivolto ai danni della Fondazione che, attraverso un’azione politico-culturale di alto livello, da anni alimenta la memoria del Sindaco della ‘Primavera di Reggio’.

Un momento storico nel quale la città conobbe una svolta sociale, dopo lunghissimi anni di buio, e che rappresenta ancora oggi un punto di riferimento per il popolo reggino. Ho sentito il sindaco Giuseppe Falcomatà e ho espresso a lui e alla sua famiglia – conclude Irto – i miei sentimenti di amicizia, vicinanza e solidarietà per quello che è stato un raid in piena regola e che ha causato l’indignazione di tutti i reggini”.

Vandalizzazione della sede della Fondazione Falcomatà Arci ferita per l’intera comunità

L’Arci provinciale di Reggio Calabria esprime una ferma condanna per l’inaccettabile e barbaro gesto che colpisce non solo la famiglia Falcomatà ed i volontari della Fondazione ma ferisce l’intera comunità di Reggio Calabria.

Se la vandalizzazione della sede della Fondazione vuole essere l’illusorio tentativo di rimozione del ricordo del sindaco Italo Falcomatà, dell’eredità morale e dell’esempio indelebile di riscatto e legalità della nostra città che egli rappresenta – lo afferma l’Arci Reggio Calabria- esso non potrà sortire alcun effetto. Confidiamo nell’operato delle Forze dell’Ordine affinché vengano individuati al più presto gli autori di tale vile azione.

Fondazione Falcomatà: Giannetta, gesto orribile che ferisce storia R.Calabria
Il Consigliere regionale e parlamentare di Forza Italia Domenico Giannetta “condanna il vile atto perpetrato ai danni della Fondazione Italo Falcomatà”.

“È un gesto orribile che ferisce la storia di Reggio Calabria. Esprimo – continua Giannetta – vicinanza a Giuseppe Falcomatà, rappresentante della Città Metropolitana di Reggio Calabria costretta ad assistere a una violazione così inaccettabile dei simboli della propria memoria”.

“La memoria ha un valore fondamentale nella storia delle persone e dei popoli, un valore – conclude Giannetta – che non può essere oltraggiato ed offeso da comportamenti ignobili che non dovranno più ripetersi”.

Fondazione Falcomata: Santelli, esprime indignazione per la devastazione

“Colpisce e indigna la devastazione subita dalla Fondazione dedicata ad Italo Falcomatà. Un uomo, un politico la cui memoria è profondamente legata alla città dal chilometro più bello d’Italia e alla Calabria tutta. Alla signora Rosa, che presiede la Fondazione e alla famiglia il senso della mia vicinanza in questo triste momento unitamente all’invito a continuare nel ricordo di Italo, che fu simbolo della Primavera di Reggio.

A me piace ricordarlo con le sue stesse parole “Io non mi piegherò ma tu, Dio mio, dammi il coraggio di affrontare la sera”. Parole che oggi risuonano più che mai attuali”. Così Jole Santelli, presidente della Regione Calabria.

Fondazione Falcomatà: Bruno Bossio, memoria Italo resta intatta
“Danneggiamento sede è atto vile, memoria di Italo resta intatta” “Il danneggiamento della sede della Fondazione intitolata a ‘Italo Falcomata” a Reggio Calabria è un gesto inquietante e da condannare”. Ad affermarlo è la parlamentare del Pd Enza Bruno Bossio, che aggiunge: “Esprimo a Giuseppe Falcomatà, sindaco e figlio di Italo, e alla sua famiglia tutta la mia vicinanza, consapevole del fatto che nessun atto vandalico, nessuna profanazione riuscirà mai a infrangere il ricordo e l’esempio che il papà Italo ha lasciato nella comunità reggina e calabrese tutta. Italo – conclude la deputata- resterà sempre simbolo di rinascita, buona amministrazione e virtù pubbliche”.

Fondazione Falcomatà: FdI Reggio Calabria, gesto vergognoso
Il commissario Massimo Ripepi unitamente al coordinamento e i circoli della federazione città metropolitana di Fratelli d’Italia esprimono “solidarietà al primo cittadino e alla sua famiglia. La devastazione perpetrata a danno della Fondazione intitolata a Italo Falcomata’, sindaco di Reggio Calabria dal 1993 al 2001, è un gesto vergognoso, qualunque sia stata la inspiegabile e ingiustificabile causa scatenante, che indigna l’intera comunità reggina.

Non c’è distanza politica, laddove è giusto riprovare la meschinità di chi ha voluto sporcare il ricordo di Italo Falcomatà. La Federazione ringrazia le forze dell’ordine per quanto certamente faranno per assicurare i colpevoli alla giustizia”.

Fondazione Falcomatà: Cgil, un vero e proprio atto di violenza
“La devastazione della sede della Fondazione Falcomatà non può essere derubricata come un mero atto vandalico. Invero è espressione di disprezzo e violenza verso un pensiero, uno stile, un modello considerato da alcuni “diverso”, e quindi sbagliato, colpevole, da colpire”. Lo afferma Gregorio Pititto, segretario Cgil Reggio Calabria e Locri. “Perché è evidente che quotidianamente ormai nel nostro Paese – aggiunge – si usino espressioni violente per attaccare chi esprime pensieri diversi.

Questo si cela dietro i sentimenti antimeridionali e razzisti, ossia il pericolo di estremismi e rigurgiti fascisti e xenofobi. Dobbiamo impegnarci insieme per un cambiamento del Paese: ripartire dal lavoro, dalle famiglie, dal sentire civile; e dunque bene hanno fatto tutte le forze politiche a stigmatizzare l’ignobile gesto perché è essenziale pensare che la violenza non sia un metodo riconducibile a nessuna forza partitica e politica.

Colpire la Fondazione Falcomatà – conclude la nota della Cgil – è stato sferrare uno schiaffo alla famiglia del compianto Italo, alla città e a tutte quelle donne e uomini che credono nella democrazia. Per queste ragioni oltre che al sindaco di Reggio e alla sua famiglia, esprimo la mia solidarietà a tutti coloro che oggi festeggiano il 75° anno dalla “Liberazione” dal Governo fascista e dall’occupazione nazista”.

Fondazione Falcomatà: Callipo, devastazione sede gesto vile
«La memoria di Italo Falcomatà non sarà sporcata dai balordi che hanno devastato la sede della Fondazione a lui intitolata, ma il vile gesto che hanno compiuto è grave e merita di essere condannato con fermezza». È quanto dichiara Pippo Callipo, capogruppo di “Io resto in Calabria” in Consiglio regionale.

«Esprimo al sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, e a tutta la sua famiglia – aggiunge Callipo – la mia più sentita vicinanza. Tutti i reggini e i calabresi per bene sono e saranno al loro fianco nel difendere il ricordo di un uomo che ha lasciato un segno indelebile nella storia di questa terra».

Fondazione Falcomatà: Mangialavori (FI), atto inquietante
“La devastazione della sede della Fondazione Falcomatà a Reggio Calabria è un atto inquietante e osceno, perpetrato da balordi che, intenzionalmente o meno, con la loro azione codarda hanno offeso un’intera città e colpito uno dei simboli più lucenti della buona politica calabrese. Al sindaco Falcomatà e alla sua famiglia va la mia solidarietà sincera.

Sono certo che quest’ennesimo episodio di violenza rafforzerà ancora di più il senso civico e il rispetto delle istituzioni da parte dei reggini onesti. È quanto afferma il senatore di Forza Italia e componente della commissione parlamentare Antimafia Giuseppe Mangialavori.

Fondazione Falcomatà: Magormno (Iv), gesto vigliacco
“Profonda indignazione per la devastazione subita dal centro della Fondazione “Italo Falcomatà”. Si tratta di un gesto vigliacco che, sono certo, non fermerà il prezioso lavoro portato avanti in questi anni. Il mio abbraccio e la mia vicinanza alla famiglia Falcomatà e a chi opera in questa importante realtà della Calabria”.

Lo afferma il senatore Ernesto Magorno, sindaco di Diamante (Cosenza). 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.