Stampa Stampa
16

DECORO URBANO E TESSUTO SOCIALE, A PALERMITI UN PROGETTO CONTRO LA MARGINALIZZAZIONE


Palermiti, veduta dall'alto

Comune ha ottenuto il finanziamento di un milione 625 mila euro: serviranno alla ristrutturazione dell’ex asilo parrocchiale e al completamento della vecchia palestra comunale

di Salvatore TAVERNITI, Gazzetta del Sud 13 gen 2023

PALERMITI (CZ) –  14 GENNAIO 2023 –  Partirà quanto prima a Palermiti il miglioramento della qualità, del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale con riferimento allo sviluppo di servizi sociali, educativi, culturali e attività sportive mediante la ristrutturazione e la riconversione dell’edificio dell’ex asilo parrocchiale da destinare a spazio di aggregazione giovanile, nonché al completamento della vecchia palestra comunale.

Il progetto definitivo ed esecutivo è stato approvato dalla giunta comunale presieduta dal sindaco Domenico Emanuele, grazie al fatto che il Comune ha ottenuto un finanziamento di un milione 625 mila euro previsti dal Fondo per l’attuazione del piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate da parte della Presidenza del Consiglio dei ministri.

«L’intervento – spiegano gli amministratori – ha un indubbio effetto migliorativo e positivo sui fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale ed avverrà in linea con quanto previsto dal piano strutturale del Comune di Palermiti».

Il progetto vero e proprio avrà inizio dopo la realizzazione dei lavori di ristrutturazione e riqualificazione degli immobili individuati.

Tante le attività previste all’interno delle due strutture: recupero scolastico e di rimotivazione al percorso scolastico mediante attività strutturale rivolte al miglioramento del rendimento scolastico dei ragazzi volte a prevenire forme di dispersione scolastica attraverso attività di approfondimento e orientamento; apprendimento e promozione del rapporto intergenerazionale attraverso i laboratori con l’obiettivo di recupero delle figure artigianali ancora presenti sul territorio.

E ancora: promozione ed esperienze di apprendimento comuni per maturare la solidarietà tra i ragazzi, attraverso la creazione di gruppi di studio, in cui sarà incentivata l’acquisizione di un ruolo attivo e propositivo in relazione alle proprie attitudini e competenze; realizzazione di progetti puntuali per produrre risultati concreti come mostre o rappresentazioni teatrali; attività sportive all’interno della palestra (pallavolo, basket, pilates, danza, yoga); laboratori e azioni culturali e ricreative (attività grafico-pittoriche e musicali; teatro scrittura creativa, sala computer).

Per ciascuna sede sarà individuato un referente con il compito di coordinare le varie attività e di mantenere le relazioni con i partner del progetto.

Ed è previsto l’utilizzo anche di personale qualificato come assistenti sociali, educatori, animatori, uno psicologo e istruttori sportivi.

«Occorre contenere il più possibile il consumo di suolo – puntualizza il sindaco Emanuele – puntando alla riqualificazione di spazi pubblici esistenti.

Creeremo un luogo di aggregazione e socializzazione dotato di attrezzature culturali, sportive e per il tempo libero.

Vogliamo promuovere così il protagonismo giovanile, con la creazione di un contenitore aperto, uno spazio di aggregazione, creando sinergie con i comuni vicini, innescando meccanismi di partecipazione, sostenendo la cultura, la creatività giovanile».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.