Stampa Stampa
22

DECORO URBANO, AMARONI PUNTA AL RECUPERO DELLE AREE DEGRADATE


Progetto comunale per in importo di poco meno di due milioni di euro: riguarderà l’area a servizio dell’ex mattatoio, della palestra comunale

 di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud) 

AMARONI (CZ) –  10 AGOSTO 2020 –  È stata firmata la convenzione da parte del capo dipartimento delle Pari Opportunità, delegato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, per il progetto presentato dal Comune di Amaroni nell’ambito del piano per la riqualificazione delle aree urbane degradate varato dal Governo nazionale. 

Lo annuncia con soddisfazione il sindaco Gino Ruggiero. 

L’intervento, il cui progetto è stato redatto dal responsabile dell’ufficio tecnico comunale Mario Bongarzone, in pensione da qualche giorno, comporterà una spesa di poco meno di due milioni di euro. 

«Un contributo di pari importo – dicono il sindaco e gli altri amministratori amaronesi – non è mai stato concesso al nostro comune e di questo siamo veramente fieri del nostro lavoro e di quello dei tecnici che hanno intensamente collaborato affinché questa nostra idea progettuale arrivasse nei primi posti in graduatoria a livello nazionale tra migliaia di istanze presentate. 

Adesso abbiamo trenta mesi di tempo per effettuare i lavori e consegnare questa area degradata agli amaronesi». 

Nello scorso mese di febbraio la giunta comunale aveva approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica relativo ai lavori di recupero edilizio ed urbanistico finalizzato alla riqualificazione sociale e culturale dell’area a servizio dell’ex mattatoio, della palestra comunale e dell’area di pertinenza. 

Il Comune, dopo aver presentato la richiesta di inserimento dell’opera  nel piano nazionale, aveva già ottenuto il relativo finanziamento e nel 2018 il sindaco si era recato a Bologna per firmare la convenzione con l’allora sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi. 

Con successivo decreto del Presidente del Consiglio del 20 gennaio scorso sono state apportate alcune modifiche con la richiesta ai comuni di una serie di documenti necessari per procedere al perfezionamento delle rispettive convenzioni. 

La giunta, dunque, ha proceduto alla riapprovazione del progetto. Il vecchio mattatoio e la palestra comunale si trovano nei pressi dello stadio comunale, nella zona nord di Amaroni, sulla strada provinciale 162/2 per Girifalco. Grazie a questo importante finanziamento tutta l’area sarà recuperata e riqualificata. 

Secondo quanto reso noto dal sindaco Ruggiero, il recupero dell’area e delle due strutture è finalizzato soprattutto a ridurre fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, oltre naturalmente al miglioramento della qualità urbana e alla riqualificazione del tessuto sociale e ambientale. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.