Stampa Stampa
64

DA UDINE A STALETTI’ PARLANDO DI SCLEROSI TUBEROSA


Il viaggio a piedi attraverso l’Italia del “medico – alpino” a favore dei bambini. “Uno dei borghi più belli tra quelli finora visitati”

di Salvatore CONDITO

STALETTÌ (CZ) – 11 DICEMBRE 2020 –  Cinquemila duecento chilometri a piedi per visitare 320 Comuni italiani, attraversare borghi e città della penisola.

 Elio Brusamento, l’alpino che sta percorrendo l’Italia a piedi per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sclerosi tuberosa e nei giorni scorsi ha scoperto anche questo piccolo borgo.

Accolto dal Vicesindaco Rosario Mirarchi che nello spirito di accoglienza proprio di questa comunità ha ospitato  a titolo gratuito garantendo  vitto e alloggio.

“Sono emozionato – ha rilevato il Vicesindaco Rosario Mirarchi -, ho raccontato un po’ della storia di questo paese le sue bellezze, partendo da Cassiodoro fino ai giorni nostri. Insieme abbiamo visitato il territorio, frazioni comprese”.

 “Uno dei borghi più belli visitati fino ad oggi” – ha affermato Elio Brusamento, ringraziando per accoglienza e disponibilità.

Il viaggio inizia il 25 aprile del 2019 quando il medico Elio Brusamento parte da Udine per visitare luoghi particolari ed espressivi ma, strada facendo, decide di sensibilizzare i cittadini che incontra nei confronti della sclerosi tuberosa, una rara malattia genetica che aveva colpito un amico.

Così in diciotto mesi ha percorso, in cammino, paesi e città, grandi e piccole, alla scoperta di usi e costumi ma soprattutto per raccogliere fondi da destinare alla ricerca di questa sindrome, caratterizzata dallo sviluppo di tumori benigni.

“Oggi (ieri, ndr) è a Cirò marina, – ha concluso- il Vicesindaco Rosario Mirarchi, lo sento spesso telefonicamente. Il viaggio si finirà a maggio del 2021 a Udine.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.