Stampa Stampa
148

CUOCHI E OLIO EXTRA VERGINE D’OLIVA, GLI CHEF DI CATANZARO “RIPARTONO” DALL’AGGIORNAMENTO


Seminario informativo nell’ambito dell’assemblea annuale dedicato a produzione e utilizzo

di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) –  4 MARZO 2022 –  Potremmo dire si riparte ma preferiamo la parola continuare  riprendendo  le attività di aggiornamento rivolte ai nostri soci.

La giornata organizzata nell’ambito istituzionale dell’assemblea ordinaria annuale si è sviluppata nella mattinata lungo un percorso tecnico – sensoriale sull’olio evo curato e tenuto dalla Dott.ssa Lucia Talotta membro dell’associazione Pandolea nonché direttamente impegnata nella produzione di olio evo nel territorio della nostra provincia.

Le attività si sono sviluppate partendo dalla rilevanza che l’olivicoltura ha storicamente nella nostra regione e dalla pluralità di cultivar regionali introducendo i cuochi presenti ad una valutazione oggettiva degli oli, focalizzandosi sugli attributi che fanno di un olio un extravergine l’eccellenza della cucina mediterranea.

Carolea, ottobratica, dolce di Rossano,e molte altre le cultivar di cui si è parlato le loro caratteristiche ed i risultati produttivi, i terreni di coltivazione ed le particolari zone della regione, le tecniche di raccolta e di molitura, il sistema di stoccaggio e le tipologie di commercializzazione.

Sono state valutate pregi e difetti di cui possono essere veicoli le diverse varietà nonché le varie metodologie di conservazione e commercializzazione che possono influire sul risultato finale del prodotto.

La seconda parte delle attività è stata pratica mettendo a confronto diverse tipologie di olio evo: Il primo test è stato quello sensoriale indicando ai partecipanti quali sono le tecniche di assaggio e come si procede alla valutazione cercando di comprendere assaggiando i vari aromi – gusti fruttato, amaro e piccante, potenziali difetti del prodotto.

Interessante e sorprendete e stato il confronto tra oli commerciali e artigianali che molto spesso porta a verificare l’assuefazione del palato sia dei comuni consumatori che dei tecnici della ristorazione nonostante la grande esperienza pratica acquisita lungo il percorso professionale. Si è voluto mettere in pratica anche e soprattutto la diversità di percezione dei fattori che influenzano il gusto ma anche i risultati delle produzioni.

Attenzione e stata posta sulle sigle dop e igp indicando le diverse caratteristiche che le differenziano e soprattutto anche le opportunità che offrono per il loro grande valore caratterizzante.

della tradizione Olivicola catanzarese, verificando il risultato del gusto con i diversi oli evo utilizzati provenienti da diverse cultivar regionali.

L’attività di aggiornamento non stata soltanto volta al fine della conoscenza degli oli ma anche  l’intento di creare quelle sinergie utili a promuovere le produzioni locali caratterizzate dalle diverse peculiarità territoriali, sempre e comunque nell’obiettivo di ricerca, conservazione e sviluppo della tradizione gastronomica locale a tutto tondo

Il presidente Origlia a voluto ringraziare la D.ssa Talotta per la disponibilità alla divulgazione dei prodotti del territorio, riscontrando in questo l’amore per la nostra terra ma anche il bisogno che ognuno di noi deve fare per lo sviluppo del territorio.

Durante le attività dell’assemblea oltre alle classiche attività l’associazione attraverso le parole del presidente ha voluto ringraziare la Lady Chef Antonella Arena per l’impegno profuso per le attività associative.

Altro riconoscimento e stato attribuito al socio Fabrizio Astorino per l’impegno profuso nelle diverse manifestazioni con il suo carattere propositivo e di competenze si è dimostrato persona che ha saputo cogliere lo spirito dell’associazione nella promozione del cuoco e della sua professione.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.