Stampa Stampa
287

CULTURA, LA CALABRIA PROTAGONISTA AL SALONE DEL LIBRO DI TORINO


Regione al centro dell’attenzione sotto vari profili sociali, istruttivi, artistici

di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) –  16 OTTOBRE 2021 –  Allo stand della Regione Calabria, presente alla XXXIII edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, con tematica “Vita Supernova”, hanno esposto editori e autori aderenti alla manifestazione d’interesse, pubblicata dal dipartimento Istruzione e Cultura della Regione Calabria.

 Una proposta letteraria quanto mai articolata e interessante quanto a esposizione e presentazione testi.

Con le presentazioni si è andati dai libri sull’identità territoriale quali “In cammino con Gioacchino” e “Transumanza. Figli del Minotauro. Storie di uomini e animali”,  proposti dal regista e scrittore Eugenio Attanasio, all’opera vasta “I fari della Calabria. Tra natura e archeologia”, viaggio in Calabria attraverso i suoi 12 fari , e “La magia dei cristalli.Il coraggio di rimanere piccoli” docufilm di Ivan Comi attinente.

Dal libro “Al Castello d’estate.Cronache d’autore in un paese da favole” scritto a più mani per dar lustro all’appuntamento del Premio Caccuri al “Completamente falso, praticamente vero” di Aldo Mantineo.Da un diario nei reparti Covid di Claudio Carallo, medico internista, al romanzo “Il figlio del mare” della scrittrice e arceheologa Eliana Iorfida.Dalle opere che aprono “La Biblioteca della proprietà” ideata dalla Confedilizia nazionale e calabrese ai testi “A volo d’Angelo”, “Variabili non considerate” e “Lockdown Trip episodio Calabria”.

Dalle donne nella storia della Calabria, sull’importanza di figure femminili calabresi nel tempo, al “Progetto Human” che ha al centro l’Amazzonia. E poi dai testi storici su Francois Lenormant e la Magna Grecia alla narrativa pe ragazzi con Lo scarafaggino Golia e Rubina negli abissi di Griggion e Menzio.

Dai libri sulle biblioteche a quelli sull’efficienza del cervello umano e alle raccolte poetiche di Maurizio Gimigliano ingegnere innamorato della poesia.Da “Sul bordo del giorno” di Attilio Celeghini a Officina poetica di Antonietta Natalizio a “A salire alle stelle” di Assunta Morrone.

La giornata è stata avviata dalla presentazione del volume di Ivan Comi, un invito a esplorare una meravigliosa Calabria da esplorare alla ricerca di emozioni. Presente una rappresentanza dell’associazione faristica di La Spezia.

A seguire l’interessante partecipazione di Giordano Bruno Guerri, Presidente della Giuria del Premio Caccuri, e di Adolfo Barone, Presidente del Premio Caccuri e dell’Accademia dei Caccuriani.

I due egregi ospiti hanno dialogato sulla realtà del Premio che dal 6 al 10 agosto porta intellettuali, scrittori, giornalisti e artisti vari in Calabria e sul libro scritto per divulgare questa realtà progettata da altri due grandi uomini Olimpio Talarico e Roberto De Candia, vicepresidenti del Premio.

Poi l’importante dialogo tra Santo Strati, direttore di Calabria. Live e il giornalista Aldo Mantineo sul suo ultimo lavoro.

 E il poeta Maurizio Gimigliano che ha estrinsecato la sua passione per la poesia e l’amore paralndone con un editore milanese Luciano Sartirana sulle difficoltà nella ricerca di editori attenti e sul ruolo educativo della scuola nella poesia.

Da ultimo ma non ultimo l’incontro sulla presentazione dell’anteprima degli scrittori presenti nel calendario artistico Vibo capitale italiana del Libro 2021 alla presenza del sindaco Maria Limardo e del direttore artistico Piero Muscari.

In sala anche l’assessore alla cultura di Vibo Valentia Daniela Rotino e il vicesindaco della città Mimmo Primerano.

Lo stand della Regione Calabria ha ogni giorno offerte molteplici temi che collocano la Calabria al centro dell’attenzione sotto vari profili sociali, culturali, artistici.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.