Stampa Stampa
16

CULTURA E CONOSCENZA PER CONTRASTARE LA DERIVA RAZZISTA


Iniziativa Anpi sabato 14 luglio alla libreria Ubik. Riceviamo e pubblichiamo:

CATANZARO –  12 LUGLIO 2018 –  Rimettere in circolazione le idee; facilitare la discussione; agire quotidianamente per il risveglio delle coscienze; passare dalla vita virtuale a quella reale. Incontrandosi, parlando e discutendo per non rassegnarsi al clima rancoroso sempre più diffuso nella società.

E’ questo il motivo che spinge l’ANPI a tenere un incontro pubblico – con i suoi iscritti e non solo – per tentare di non disperdere le tante energie, la voglia di impegno resa evidente – per esempio – nella giornata delle “magliette rosse”. Si può e si deve reagire al clima di intolleranza, molto spesso di vero e proprio razzismo, che prendendo a pretesto la crisi economica e sociale, cerca di scaricare colpe e responsabilità sui migranti e sulla parte più debole della società.

E’ del tutto evidente, per chi ha voglia di soffermarsi un po’ a ragionare, la totale estraneità ai nostri problemi di tanta gente disperata, donne e uomini e bambini, scappata da situazioni inumane di guerra, fame e povertà. La politica al governo ha scelto non il ragionamento ma la strada più comoda: quella del capro espiatorio, riversare il malcontento su chi sta peggio.

Conosciamo bene la complessità del fenomeno migratorio. Politiche di accoglienza, inclusione, risorse. Obiettivi complessi che non si affrontano, e tanto meno si risolvono con i respingimenti o facendo morire le persone nei lager in Libia. Nulla deve avvenire prendendo in ostaggio la vita delle persone come sta succedendo dalla nave Acquarius in poi. Non si lasciano bambini annegare in mare.

Non basta esibire il Vangelo e il Rosario in mano come fa il ministro dell’Interno per essere credibili. Una barbarie a cui bisogna rispondere.

 Per questo sabato 14 alle ore 18.30 diamo appuntamento alla libreria Ubik.

Comitato Provinciale ANPI

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.