Stampa Stampa
118

COVID, SQUILLACE NON È SOLA


Solidarietà per il momento difficile con offerte di tamponi rapidi e collaborazione di sindaci del comprensorio

di Franco POLITO

SQUILLACE  (CZ) –  24 APRILE 2021 –  A Squillace è un momento difficile.

Con 48 positivi al virus e il territorio dichiarato “zona rossa” da un’ordinanza del sindaco Pasquale Muccari si vivono giornate di piena emergenza.

Il ritmo dei tracciamenti sta imponendo un susseguirsi di test rapidi.

I presidi medici sembrano non bastare mai.

Il rischio è di sentirsi abbandonati al proprio destino.

 Ma così non è.

La solidarietà, infatti, non si è fatta attendere.

«Forza Squillace, non siamo soli» ha commentato Muccari.

Parole di entusiasmo e gratitudine, quelle del primo cittadino, per il gesto di Arturo Bova, avvocato, ex consigliere regionale e già presidente della Commissione Regionale contro la ‘Ndrangheta.

Bova, ex sindaco di Amaroni che non  ha mai nascosto sentimenti di particolare affetto per la patria di Cassiodoro, ha donato «un considerevole numero di tamponi antigenici (100, ndr) di terza generazione» fa sapere il sindaco di Squillace.

Parole di entusiasmo e gratitudine anche per Alessandro Mauro, presidente dell’Asd Skylletion, la locale scuola calcio.

Informatore scientifico in pensione, Mauro ha offerto una confezione di tamponi rapidi (foto).

Parole di  entusiasmo e gratitudine pure ai tamponi giunti dall’imprenditore Sandro Stilo e dal gruppo locale del “Rinnovamento nello Spirito”.

Parole di  entusiasmo e gratitudine, infine, pure per i sindaci di Amaroni, Luigi Ruggiero, e Vallefiorita, Salvatore Megna, per la collaborazione assicurata in questi giorni da acqua alla gola.

Il virus non dà tregua, ma Squillace non è sola.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.