Stampa Stampa
86

COVID: LA SITUAZIONE AD AMARONI, PALERMITI E VALLEFIORITA


L’evoluzione dell’epidemia nei tre comuni delle Preserre Catanzaresi

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud,  28 novembre 2020) 

PRESERRE (CZ) –  28 NOVEMBRE 2020 –  Prosegue ad Amaroni, nella tenda fatta montare dall’amministrazione comunale nell’area parcheggi di viale De Gasperi, l’esecuzione dei tamponi rapidi nei confronti dei cittadini del posto. Come informa il sindaco Gino Ruggiero, i risultati continuano ad essere rassicuranti: finora tutti negativi.

«Ho il piacere di comunicare anche – aggiunge Ruggiero – che è risultano finalmente negativo l’ultimo tampone della nostra concittadina risultata positiva in data il 14 ottobre; condividiamo con lei questa bella notizia. In merito alle positività comunicate la scorsa settimana, inoltre, confermo che sono state trasmesse le note ufficiali del dipartimento di prevenzione dell’Asp per due nostri concittadini positivi al Covid, mentre non è arrivata nessuna comunicazione ufficiale per la terza positività.

Ciò nonostante, in qualità di autorità sanitaria locale, ho emesso lo stesso ordinanze di quarantena obbligatoria per tutti i soggetti interessati e per i loro familiari, a tutela della salute dell’intera comunità amaronese». Lunedì, intanto, riprenderanno ad Amaroni le attività didattiche in presenza, interrotte con ordinanza sindacale.

In virtù di questo, il sindaco ha scritto al dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Squillace, comunicandogli che l’amministrazione comunale mette a disposizione gratuitamente, per il personale docente e non docente che presta servizio nelle scuole di Amaroni, dei tamponi rapidi da effettuarsi prima della ripresa delle lezioni. Tale attività, d’accordo con il dirigente scolastico Alessandro Carè, dovrebbe svolgersi nella mattinata odierna.

A Palermiti, invece, il sindaco Domenico Emanuele, uniformandosi alla decisione dei sindaci dei comuni ricadenti nell’istituto comprensivo di Chiaravalle C., ha pubblicato un’ordinanza con cui si dispone di confermare e prorogare la sospensione delle attività didattiche in presenza, per le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, e la chiusura degli edifici fino a sabato 5 dicembre, salvo nuovo e diverso provvedimento.

Infine, a Vallefiorita, nella mattinata di ieri sono stati effettuati altri 47 tamponi.

Alcuni sono stati ripetuti sui soggetti già positivi che stanno per terminate la quarantena, altri sono stati effettuati sui nuovi possibili contatti. Il Comune di Vallefiorita, nei giorni scorsi, ha provveduto ad acquistare 600 tamponi molecolari per la comunità, in modo tale da garantire uno screening generale a tutela della salute.

I prelievi rinofaringei vengono effettuati nel piazzale antistante il municipio, direttamente nelle automobili dei soggetti interessati, in modalità drive-in, grazie alla disponibilità di alcuni infermieri del luogo, che seguono le procedure e le indicazioni dell’Asp e dei medici di base.

Sempre a Vallefiorita prosegue, da parte dei volontari locali, la distribuzione dei generi alimentari di prima necessità alle famiglie iscritte al registro della Caritas, grazie al parroco don Salvatore Gallelli e al banco alimentare gestito dalla parrocchia.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.