Stampa Stampa
7

COVID, CALA IL RAPPORTO TAMPONI – POSITIVI


Il bollettino nazionale di oggi: 8.585 nuovi casi con 68.681 tamponi. I morti sono 445

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  28 DICEMBRE 2020 –  Sono 8.585 i nuovi casi di coronavirus in Italia su 68.681 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore.

Le vittime sono 445.

È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute.

Ieri scoperti 8.913 contagi su 59.879 tamponi, con 305 morti.

In totale sono 72.370 le persone che hanno perso la vita. Il tasso di contagio, ossia il rapporto positivi-tamponi, scende dal 14,88% di ieri al 12,49% di oggi.

In leggero calo le terapie intensive, -15 (ieri invariate), 2.565 in tutto, mentre per il secondo giorno di fila aumentano i ricoveri ordinari, 361 in più (ieri 259), per un totale di 23.932.

Sono 2.782 i nuovi casi di coronavirus in Veneto. È la regione con più positivi, secondo i dati del ministero. Seguono il Lazio con 966 contagi e l’Emilia-Romagna con 750. In Lombardia 573 le nuove infezioni.

Sono 14.675 i dimessi/guariti in 24 ore che portano il totale delle persone che dall’inizio dell’emergenza hanno superato il virus a 1.408.686. Calano di 6.539 gli attualmente positivi, ovvero le persone con Covid-19 in carico al sistema sanitario nazionale. In totale a oggi in Italia sono 575.221 i positivi al Sars Cov2.

Vaccino, Pfizer conferma l’arrivo di 469.950 dosi da domani

Anche in Italia tutto pronto per iniziare la campagna di vaccinazione di massa, a partire dal personale sanitario e sociosanitario e dal personale e dagli ospiti delle residenze per anziani su tutto il territorio.

È quanto si legge in una nota della struttura commissariale all’emergenza Covid-19. Dopo la giornata simbolica del Vaccine day – prosegue la nota – il commissario Arcuri ha ricevuto conferma dalla Pfizer che le prime 469.950 dosi del vaccino, previste per l’Italia dal contratto sottoscritto dall’Unione europea in questa settimana, arriveranno nel nostro Paese a partire da domani.

La consegna, effettuata direttamente dalla Pfizer presso i primi 203 siti di somministrazione individuati dal commissario straordinario in accordo con le Regioni, proseguirà come comunicato da Pfizer, nella giornata del 30 dicembre e si concluderà il 31 dicembre.

Iss, influenza praticamente scomparsa

Il Covid continua a imperversare, ma l’influenza praticamente non c’è. “Le basse percentuali di incidenza dell’influenza in questa stagione epidemiologica dipendono sicuramente dall’adozione delle misure di prevenzione contro Covid-19, e rappresentano un dato assolutamente positivo”.

Lo spiega Antonino Bella, responsabile della sorveglianza InfluNet, per l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), commentando il recente rapporto del sistema di monitoraggio dal quale emerge che l’incidenza delle sindromi simil-influenzali in Italia, alla 51esima settimana del 2020, risulta stabile e sotto la soglia basale con un valore pari a 1,7 casi per mille assistiti, contro i 4,2 casi per mille assistiti della stagione precedente.

Ancora vittime tra i medici

Salgono a 273 i medici morti in Italia durante la pandemia di Covid-19. L’elenco caduti aggiornato dalla Fnomceo, la Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri, si allunga con 3 nuovi nomi: Raffaele Antonio Brancadoro, medico ospedaliero, in pensione; Leonardo Nargi, ginecologo; Stefano Simpatico, neurochirurgo.

Secondo i dati della Sorveglianza integrata Covid-19 dell’Istituto superiore di sanità (Iss), i sanitari contagiati in italia sono circa 17mila nell’ultimo mese, quasi 90 mila da inizio pandemia.

Viminale, ieri oltre 80mila persone controllate. Più di mille sanzioni

Sono 80.018 le persone controllate ieri dalle forze dell’ordine per il rispetto delle norme anticovid, con 1.096 sanzionate.

Nove i denunciati per inosservanza della quarantena. È quanto emerge dai dati pubblicati dal Viminale.

Controllate, inoltre, 11.801 attività commerciali con 65 sanzioni e 21 provvedimenti di chiusura.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.