Stampa Stampa
6

COSENZA – CAMERA COMMERCIO PREMIA VETRINA PIU’ BELLA


Presidente: così valorizzati esercizi e incentivato uso digitale

di REDAZIONE 

COSENZA –  18 SETTEMBRE 2017 –  “Più di 8.000 follower hanno scelto e votato sul nostro profilo Facebook la vetrina più bella della provincia di Cosenza, il concorso organizzato dalla Camera di Commercio di Cosenza per premiare le attività commerciali che hanno dedicato particolare attenzione all’allestimento della propria vetrina”. E’ quanto si afferma in un comunicato dell’ente camerale.

 Ad aggiudicarsi il primo premio, l’American Bar di Mario Forte, di Saracena. Secondo e terzo posto rispettivamente per Polvere di stelle di Vittoria Aceto, San Lorenzo del Vallo e Cundari arredamenti, di Maria Teresa Cundari, Spezzano Albanese.

“Con questa iniziativa – sostiene Klaus Algieri, presidente della Camera di Commercio – abbiamo voluto non solo valorizzare le attività degli esercizi commerciali di Cosenza e provincia e la creatività nell’allestimento delle vetrine, il primo biglietto da visita di ogni negozio, ma anche incentivare gli imprenditori a servirsi degli strumenti digitali, in particolare dei social media, come mezzo di promozione.

Oltre al riconoscimento ottenuto, infatti – aggiunge Algieri – le imprese vincitrici avranno visibilità e permanenza sul sito camerale e saranno coinvolte nei programmi di alternanza scuola lavoro della Camera, mentre a tutte le imprese partecipanti è stato consegnato un vademecum per la promozione aziendale attraverso i social media”.

“Il Premio, alla sua seconda edizione – è detto nel comunicato – fa parte del programma di attività di #OpenCameraCosenza, l’esperienza intrapresa dalla Camera di Commercio di Cosenza per innovare e rendere più fruttuoso il rapporto con le imprese e il territorio, fortemente incentrata sulle nuove tecnologie quale motore di amplificazione delle forme di partecipazione alla vita dell’Ente e condivisione reciproca di esperienze e finalità”

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.