Stampa Stampa
15

CORONAVIRUS, IN CALABRIA I MORTI SALGONO A DIECI


Altre due vittime: un uomo di 63 anni e una donna di 57

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  24 MARZO 2020 –  Altre due persone sono decedute in Calabria, ricoverate per coronavirus nel Cosentino.

Oltre all’uomo 75enne di San Lucido (Cs), viene ufficializzata anche la morte di un altro uomo, di 63 anni, sempre di San Lucido, ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’Annunziata.

Nell’ospedale di Cetraro è invece morta una donna di 57 anni, originaria di Corigliano Rossano (Cs), 

A confermare la notizia il direttore sanitario dell’ospedale spoke Cetraro-Paola Vincenzo Cesareo, per quanto riguarda la paziente ricoverata nell’ospedale sul Tirreno cosentino, e Pino Pasqua primario dell’Unità operativa complessa di Anestesia e rianimazione (Terapia intensiva) dell’Annunziata.

Secondo quanto riferito dal dottor Cesareo, la paziente di Corgigliano Rossano, sarebbe deceduta a causa dell’aggravarsi dei sintomi determinati dal coronavirus.

Le vittime in Calabria sono dunque adesso salite a dieci.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.