Stampa Stampa
37

CORONAVIRUS, AD AMARONI L’EMERGENZA “CANCELLA” LE TRADIZIONI DI SAN GIUSEPPE


Repertorio

Il parroco e il sindaco: Per quest’anno niente rito esteriore dei “Panuzzedha”

di Franco POLITO

AMARONI (CZ) –  14 MARZO 2020 – Tradizioni di San Giuseppe cancellate causa Coronavirus.

Sono tempi in cui finanche i riti antichi ed esteriori di una comunità devono cedere il passo alla contingenza e al senso di responsabilità personale.

«La ricorrenza che coniuga fede e tradizione in occasione della Festa di San Giuseppe del 19 marzo  – fanno sapere il parroco don Antonio Scicchitano e il sindaco Luigi Ruggiero –  ed il cui rito consiste che stuoli di bambini vadano per le strade alla ricerca delle case dei devoti che distribuiscono i “Panuzzedha”, è un’usanza del nostro paese che testimonia il grande entusiasmo degli Amaronesi».

Sia il sacerdote che il primo cittadino pongono l’accento sul particolare momento storico «in cui ognuno di noi è invitato a fare la propria parte, contribuendo fattivamente a tutelare la salute pubblica, il migliore atto di carità che si possa fare ad un bambino è una preghiera a San Giuseppe».

Ed è per questo  che «in quest’ottica – concludono – , si è ritenuto di invitare la Comunità a non rinnovare per quest’anno la tradizione dei “Panuzzedha”, ma solo il solo il suo spirito umanitario: facciamo del bene amando il nostro prossimo come noi stessi». 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.