Stampa Stampa
19

CONTRASTO A INQUNAMENTO FIUME MESIMA, LA SODDISFAZIONE DI WWF CALABRIA


Plauso all’operato di carabinieri e procuratore Falvo

Fonte: ILVIZZARRO.IT

PRESERRE (VV) –  16 GIUGNO 2021 –  Il Wwf Calabria, per bocca del delegato regionale Angelo Calzone – in particolare l’organizzazione aggregata di Vibo Valentia-Vallata dello Stilaro – esprime tutto il «compiacimento dei soci e dei simpatizzanti per l’opera di contrasto all’inquinamento del fiume Mesima portata avanti dai carabinieri di Soriano, dai carabinieri forestali di Serra San Bruno e dall’8° Nucleo Elitrasportato di Vibo, che ha condotto al sequestro di un furgone cisterna che sversava illecitamente dei residui oleosi e altamente inquinanti nel tratto in cui il fiume attraversa il Comune di Gerocarne, in località Lanzo Domito».

Dall’organizzazione ambientalista un «sincero plauso» e un «forte sostegno» al procuratore della Repubblica Camillo Falvo, per l’«interesse e l’impegno che continua a manifestare verso le tematiche della difesa del territorio dalle molteplici attività di manomissione che, oltre ad arrecare danni ingentissimi agli ambienti naturali, minano alla base qualsiasi prospettiva di sano sviluppo turistico della regione».

Il Wwf ricorda a tal proposito la «particolare attenzione che l’associazione rivolge da alcuni anni alla situazione del fiume Mesima, con le ricerche ornitologiche della biologa Jasmine De Marco e gli interventi di denuncia del delegato regionale Angelo Calzone, che proprio sulle problematiche dell’importante corso d’acqua aveva avuto un incontro con lo stesso Procuratore della Repubblica di Vibo».

Interesse che si era concretizzato in una proposta di legge regionale per l’istituzione di una riserva naturale regionale alle foci del Mesima che, a giudizio del Wwf, «attende di essere approvata come momento di riscatto per un ambiente per troppo tempo e purtroppo ancora, considerato come una discarica verso il mare». 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.