Stampa Stampa
22

CONSIGLIO COMUNALE AD AMARONI: ANGELO OLIVADOTI SUBENTRA A ROSA BOVA


Palazzo Canale, sede del municipio amaronese

Consigliera si era dimessa per ragioni familiari. Ok all’assestamento generale di bilancio

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud, 6 ago 2022)

AMARONI (CZ) – 25 AGOSTO 2022 –  Il consiglio comunale di Amaroni, presieduto dal sindaco Gino Ruggiero, ha approvato l’assestamento generale del bilancio con la salvaguardia degli equilibri e la ricognizione dello stato di attuazione dei programmi.

Sull’argomento ha relazionato la vicesindaca Teresa Lagrotteria, che è anche assessore alle finanze, la quale ha sottolineato che non vi è la necessità di operazioni di riequilibrio da finanziare, né esistono debiti in corso di formazione.

Sullo stato di attuazione dei programmi, dal momento in cui in maggio è stato approvato il bilancio di previsione, l’amministrazione ha operato una serie di interventi importanti come il finanziamento delle borse di studio al merito, il servizio civico comunale, il completamento delle aree attigue all’anfiteatro, interventi sulla viabilità e sulla depurazione e per l’avvio del percorso naturalistico del torrente Ferrera, lo stanziamento di fondi per venire incontro alle famiglie disagiate.

Nel corso della seduta il consiglio ha anche proceduto alla surroga della consigliera di minoranza Rosa Bova, della lista “Viva Amaroni”, dimessasi per impegni familiari, con il primo dei non eletti Angelo Olivadoti.

L’assemblea ha infine votato l’adesione all’associazione, di cui è capofila il Comune di Filadelfia, per la presentazione di proposte di intervento per la realizzazione di piani di sviluppo di Green Communities da finanziare nell’ambito del Pnrr.

La finalità dell’intesa, a cui aderiscono altri comuni del comprensorio, è la stesura di progetti e la successiva realizzazione delle opere volte a favorire lo sviluppo delle comunità locali che intendono sfruttare in modo equilibrato le risorse principali di cui dispongono tra cui in primo luogo acqua, boschi e paesaggio, e per aprire un nuovo rapporto di scambio con le comunità urbane e metropolitane e che saranno supportate nell’elaborazione, nel finanziamento e nella realizzazione di piani di sviluppo sostenibili dal punto di vista energetico, ambientale, economico e sociale.

I campi di attività, come spiegato dagli amministratori, sono la gestione integrata e certificata del patrimonio agro-forestale; la gestione delle risorse idriche; la produzione di energia da fonti rinnovabili locali, quali microimpianti idroelettrici, le biomasse, il biogas, l’eolico, la cogenerazione e il biometano; lo sviluppo di un turismo sostenibile; la costruzione e gestione sostenibile del patrimonio edilizio e delle infrastrutture di una montagna moderna; l’efficienza energetica e l’integrazione intelligente degli impianti e delle reti; lo sviluppo sostenibile delle attività produttive (zero waste production); l’integrazione dei servizi di mobilità; lo sviluppo di un modello di azienda agricola sostenibile. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.