Stampa Stampa
84

COMUNALI, A SQUILLACE VINCERÀ “M”


Squillace, il municipio

Volatona finale per i tre candidati a sindaco: Anna Maria Mungo, Oldani Mesoraca e Pasquale Muccari si giocano le ultime carte. Sono accomunati dal desiderio di rilanciare la città e dalla stessa iniziale del cognome

di Franco POLITO

SQUILLACE (CZ) – 22 MAGGIO 2019 – Volatona finale verso il voto del prossimo 26 maggio.

Da queste parti non ci sono solo le Europee. Da queste parti si elegge anche il nuovo sindaco. Amministrativamente la questione è vitale.

Ecco perché le vicende squillacesi hanno “oscurato” la faccende internazionali. La città, politicamente,  sembra vivere “solo” per questo.

Anna Maria Mungo

Dall’estate scorsa il Comune è nelle mani del commissario prefettizio. Dopo che il consiglio comunale ha bocciato il riequilibrio di bilancio, decretando la fine anticipata dell’amministrazione del sindaco Pasquale Muccari, la prefettura di Catanzaro ha affidato l’ordinaria amministrazione a Giuseppe Belpanno.

L’obiettivo dichiarato dei tre candidati a sindaco è di voltare pagina e di ridare slancio alla comunità.

Lo dice Muccari, che si ripresenta alla guida di “CivitaSquillace”; lo dice Oldani Mesoraca, capolista con “Tuttinsieme pe Squillace“; lo dice Anna Maria Mungo, sostenuta da “Squillace in Movimento”.

In attesa dei comizi di venerdì sera,  prima del silenzio politico del giorno successivo, dove ciascuno giocherà le ultime carte “sparando” i colpi finali, i tre pretendenti alla fascia tricolore (i loro cognomi cominciano per “M”) giocano con il “colpo ad effetto”.

Oldani Mesoraca

Strategie e iniziative diverse con un solo scopo: la conquista di Palazzo Pepe. In era social, una mano consistente alla campagna elettorale “nelle strade” e a contatto diretto con gli elettori, arriva da facebook.

Citandoli per ordine di sorteggio della lista, Anna Maria Mungo, ad esempio, ha deciso di pubblicare sulla pagina della sua coalizione il certificato penale del casellario giudiziale e il certificato dei carichi pendenti.

«Abbiamo ritenuto doveroso – spiegano dal Movimento –  in assenza di prescrizione legislativa, dare l’ennesimo segnale di rispetto dei principi di legalità e trasparenza».

Oldani Mesoraca, invece, alla presenza sul proprio profilo facebook di video che sintetizzano il programma elettorale ha aggiunto l’affissione (a memoria d’uomo nessuno durante le Comunali nessuno ricorda un’iniziativa simile) sui muri cittadini di due manifesti: uno con la sua immagine, nome e lo slogan “Insieme avanti uniti con amicizia”; l’altro con i nomi dei componenti il suo schieramento. 

Pasquale Muccari

Come dire, “eccoci, siamo pronti al vostro giudizio senza nascondersi, anzi, mettendoci la faccia, sin dall’inizio dell’avventura elettorale”

Anche Pasquale Muccari ama viaggiare su facebook. Tramite la sua pagina ha fatto sapere di avere firmato l’appello di “Avviso Pubblico” contro la mafia e la corruzione.

Ma ha anche pubblicato il video “Ho un messaggio per voi: il 26 maggio diamo a Squillace una buona amministrazione !”.

Le “grandi manovre” alla conquista del consenso, però, non sono solo virtuali. Termineranno venerdì sera. Poi la parola passerà agli elettorali e al loro inoppugnabile verdetto.

Una cosa appare sacrosanta: vincerà uno il cui cognome  comincia  per “M”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.