Stampa Stampa
7

CIRÒ INVASA DAGLI ENOTURISTI


Ieri la quarta edizione della Festa Regionale del Vino

di REDAZIONE 

CIRÒ (KR) – 12 NOVEMBRE 2018 –  Il borgo storico della Città del Vino e del Calendario ieri è stato invaso pacificamente dalle migliaia di visitatori per la 4a edizione della FESTA REGIONALE DEL VINO CALABRESE E DELL’ENOTURISMO, promossa dall’Amministrazione Comunale con il progetto itinerante NOSTOS – MARCATORI IDENTITARI PER I TURISMI e l’associazione europea OTTO TORRI SULLO JONIO.

I visitatori sono stati  accolti in Piazza della Repubblica difronte il Palazzo dei Musei dallo stand comunale dove è  stato possibile recuperare le mappe NOSTOS del centro storico con l’indicazione dei punti panoramici, dei luoghi di interesse, dei monumenti principali e delle chiese che sono rimaste aperte in occasione dell’evento e infine delle diverse aree allestite appositamente nella zona più caratteristica e meno abitata del borgo.

Cinque i principali punti panoramici dai quali, omaggiando il vino calabrese ed il novello nella tradizionale Festa di San Martino gli enoturisti si sono affacciati per ammirare paesaggi diversi e emozionanti: la magica terrazza della Rocca del Diavolo al termine di Via S.Nicodemo, romanticamente ribattezzata per l’occasione Kissing Zone (area del bacio) e dalla quale si possono osservare sulla collina tutti i comuni dell’entroterra illuminati; la grande e bella terrazza di Piazza della Legalità e delle Libertà e l’affascinante Bastione Cannone entrambi affacciati sul mare; il rione Timpa affacciato su uno degli scorci più pittoreschi del borgo e la terrazza sul Palazzo dei Musei affacciata sui vigneti e dalla quale, attraverso il telescopio messo a disposizione dal Circolo Astrofili di Crucoli,  ieri sera è stato anche possibile osservare le stelle, nel nome di Luigi Lilio, il matematico cirotano del XVI secolo al quale si deve l’attuale Calendario Gregoriano utilizzato quasi in tutto il mondo. 

Ma, lungo un itinerario che è stato quindi enogastronomico, culturale ed emozionale,  è stato possibile visitare anche la Casa natale dello stesso Lilio, le altre aree museali (quella dedicata all’agricoltura ed al vino e quello dedicato a Giano Lacinio (altro cirotano coevo di LILIO, ultimo alchimista della storia universale) ed il museo archeologico. Così come sono state ammirate di notte, calice e mappa in mano, anche le quattro porte storiche Mavilia, Scezzari, Cacovia e Falcone.

Otto le diverse aree food & wine predisposte dal Comune insieme a NOSTOS: l’accoglienza in Piazza della Repubblica dove, oltre alla mappa, erano disponibili calici, sacche e ticket prima di addentrarsi nel borgo; le aree Slow Food gestite dalla Condotta Pollino Sibaritide Arberia con la partecipazione dell’agrichef Enzo Barbieri lungo Via S.Nicodemo (Vico II e Vico III); l’area cantine del Consorzio di tutela vini DOC di Cirò e Melissa attorno alla Chiesa S.Giovanni; lo stand gastronomico della Pro Loco cittadina attorno alla Chiesa della Madonna del Carmine; lo stand gastronomico di Confagricoltura in Via Casoppero; lo stand gastronomico e di dolci proposti dall’Associazione Giovanni Paolo II a Palazzo Susanna.

Disponibile anche una navetta gratuita messa a disposizione dal Comune che ha accompagnato i visitatori dai parcheggi fuori dal perimetro del borgo storico e dalla fermate nelle zone Cimitero, largo Madonna, Arenacchio, S.Elia e Piazza Mavilia.

Organizzato in collaborazione con l’associazione Giovanni Paolo II, l’associazione culturale LE QUATTRO PORTE e la PROLOCO CIRÒ, l’evento regionale si è inserito nel quadro delle iniziative 2018 della GIORNATA EUROPEA DELL’ENOTURISMO e ha previsto la consegna da parte del Sindaco Francesco Paletta, che è anche coordinatore regionale delle Città del Vino, la consegna del 4° PREMIO CIRÒ CITTÀ DEL VINO 2018 alla famosa Cantina FEUDO SAN SEVERINO di SARACENA, tra i più rinomati produttori del Pollino, famosa per il suo Moscato Passito Presidio Slow Food e impegnata da 7 anni con l’iniziativa CANTINE APERTE nella promozione della cultura vitivinicola, del vino di qualità, delle produzioni autentiche e del centro storico di SARACENA nel quale l’elegante ed apprezzata cantina gestita dai fratelli Roberto e Maurizio BISCONTE accoglie ed emoziona ogni anno numerosissimi viaggiatori.

Hanno aderito all’evento anche il CONSORZIO di TUTELA VINI DOC di Cirò e Melissa, l’Enoteca Regionale CASA DEI VINI di CALABRIA, la Confederazione Italiana Agricoltura (CIA), le due Condotte Slow Food POLLINO SIBARITE ARBERIA e CROTONE, CONFAGRICOLTURA e COLDIRETTI Catanzaro, CROTONE e VIBO VALENTIA.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.