Stampa Stampa
20

CHIUSURA SCUOLE, I DUBBI DEL SINDACO DI BORGIA


Borgia, il municipio

Sacco: “Oggi ci determineremo … “. La proposta di usare i plessi come centri di vaccinazione 

di Franco POLITO

BORGIA (CZ) – 6 MARZO 2021 –  «Stamattina esamineremo con attenzione l’ordinanza con cui il Presidente Spirlì ha stabilito la sospensione della didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado nella nostra Regione e quindi anche a Borgia.

Ciò che non comprendo (ma forse la colpa è mia che non ho ancora ben studiato il provvedimento emesso) è perché le scuole dell’infanzia possono rimanere aperte».
Lo fa sapere la sindaca di Borgia, Elisabeth Sacco.
Che si domanda: «Se chiudiamo per proteggere allora perché non considerare che insegnanti e bambini dell’infanzia sono i più esposti al contagio proprio perché senza protocolli di sicurezza e senza mascherina?
Ma come dicevo, oggi ci determineremo».

Poi la proposta «di usare tutti gli edifici scolastici in questi 15 giorni come veri centri di vaccinazione per il personale appartenente a quello stesso istituto e se c’è bisogno di sanitari per vaccinare vengano incaricati gli infermieri in servizio nelle scuole.

Solo così, con le dosi di vaccino a disposizione, potremo concludere la campagna in 15 giorni senza troppi disagi e potremo pensare ad una ripartenza».

Quindi conclude: «Altrimenti sarà ancora caos ed incertezza».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.