Stampa Stampa
112

CHIESA A SQUILLACE LIDO, MESORACA E ZOFREA: «NO A INTROMISSIONI DA CATANZARO»


I consiglieri del gruppo “TuttInsieme per Squillace”: «La nostra comunità ha sempre dimostrato di essere all’altezza del situazione»

di Franco POLITO

SQUILLACE (CZ) –  25 LUGLIO 2020 –  «Ma “che c’azzecca?»

Oldani Mesoraca e Vincenzo Zofrea, consiglieri comunali di opposizione della lista civica “Tuttinsieme per Squillace”, esordiscono così dopo avere appreso che alcune sigle di Movimenti ed Associazioni, tutte della città di Catanzaro, oltre alle sezioni di un partito che hanno sede a Catanzaro, condividendo le perplessità di un parlamentare pentastellato, anche lui di Catanzaro, hanno scritto una lettera a S. E. Mons. Bertolone.

«Oggetto della missiva – aggiungono  –  la loro contrarietà alla realizzazione della nuova Chiesa di “S.Nicola Vescovo”, così come deciso dalla Cei a Squillace lido».

«Ma, direbbe qualcuno, “che c’azzecca?” – ribadiscono Mesoraca e Zofrea – . È come se le associazioni di Squillace intervenissero in in dibattito, tutto catanzarese, sullo sviluppo della pineta di “Giovino” o sul restauro del Duomo o sulla loro isola pedonale.

Sarebbe bene che si occupassero dei loro problemi perché la Città di Squillace, la comunità civica di Squillace, come la storia dimostra, ha sempre saputo essere all’altezza della situazione».

«Ed anche questa volta sarà così!» concludono Mesoraca e Zofrea. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.