Stampa Stampa
27

CHIARAVALLE (CZ) – Impianti sportivi località “Foresta”, l’associazione affidataria rinuncia alla gestione


Chiaravalle, scorcio
Chiaravalle, scorcio

Gli uffici comunali preposti hanno emesso ordinanza per sopperire alla mancata restituzione delle chiavi

di Franco POLITO

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 26 DICEMBRE 2014 – La gestione degli impianti sportivi comunali di località “Foresta“ sembra essere una storia senza fine. In una sola parola una telenovela. Dopo le gare andate deserte e l’assegnazione provvisoria ad un’associazione sportivo – culturale, le cose non sono andate per il verso giusto.

Questione di mancata presentazione di tutta la documentazione da parte del sodalizio affidatario dell’assegnazione. Dopo le sollecitazioni verbali e scritte, adesso dal Comune giunge all’indirizzo dell’associazione l’ordinanza per provvedere immediatamente alla restituzione delle chiavi degli impianti sportivi costituiti da un campo di calcetto, un campo polivalente, un chiosco bar e un’area attrezzata per il tempo libero.

Il provvedimento” è il terminale di una vicenda cominciata con la delibera della giunta comunale n. 101 che lo scorso 23 luglio ha deciso di affidare la gestione degli impianti sportivi di località Foresta, per il periodo estivo e fino al settembre 2014, in attesa di di determinazioni in merito ad una procedura ad evidenza pubblica ad hoc.

Con la n nota n. 7270 del 28 luglio, firmata dai responsabili dei settori vigilanza, tecnico e affari generali, è stata richiesta all’associazione assegnataria la documentazione necessaria per la sottoscrizione del contratto/convenzione per l’affidamento.

Meno di un mese dopo, il presidente dell’associazione, in riscontro alla richieste del Comune, ha trasmesso parte della documentazione, riservandosi di completarla in tempi brevi visto che l’agenzia assicurativa di propria fiducia per motivi tecnici non avrebbe potuto rilasciare la polizza relativa al campo da tennis prima del 28 agosto 2014.

In ogni caso la documentazione relativa alla gestione del chiosco annesso agli impianti era completa. Di conseguenza gli uffici comunali preposti hanno autorizzato la messa in esercizio del solo “punto ristoro”. Il presidente dell’associazione, inoltre, sia con la nota n. 8286 e con sollecitazioni telefoniche è stato invitato a completare la presentazione della documentazione per la sottoscrizione del contratto.

Qui è arrivato lo “stop”. Il numero uno del sodalizio sportivo – culturale comunicato la rinuncia alla gestione degli impianti e del chiosco invitando il Comune al recupero delle chiavi della struttura.

Sono, poi, seguite la nota n. 8600 del 12 settembre 2014 con cui il presidente è stato convocato per la sottoscrizione del verbale inerente la risoluzione del rapporto concessorio e le sollecitazioni telefoniche per la restituzioni delle chiavi.

Lo scorso primo dicembre, infine, è partita un’ ulteriore convocazione. In Comune, nonostante tutto, non si è presentato nessuno. Nè tanto meno sono state restituite le chiavi. Stante il “silenzio” dell’associazione, è partito l’ordine a provvedere all’incombenza.

<<In caso di inadempienza – avverte il provvedimento – decorsi giorni cinque dalla notifica della presente ordinanza agli interessati, alla presenza delle forze dell’ordine, si procederà all’apertura forzata dei cancelli relativi all’impianto sportivo di località “Foresta”>>.

Oltre che agli interessati, copia dell’ordinanza è stata notificata alla locale Stazione dei Carabinieri e al comando di polizia municipale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.