Stampa Stampa
140

CHIARAVALLE (CZ) – Assise Nazionale Nocciola, l’investimento parte dal basso


Da sinistra: Scicchitano, Candia, Pitaro e Rotiroti

Da sinistra: Scicchitano, Candia, Pitaro e Rotiroti

Conferenza stampa della manifestazione che i prossimi 9 e 10 maggio proietterà sul palcoscenico nazionale il territorio delle Preserre Catanzaresi e delle Serre Calabresi 

di Franco POLITO 

CHIARAVALLE CENTRALE – 30 APRILE 2014 – Serre Calabresi, il futuro passa anche dalla XIII Assise Nazionale Città della Nocciola, in programma a Torre di Ruggiero i prossimi 9 e 10 maggio. Per capire come e cosa succederà nella due giorni, in cui il borgo mariano finirà sotto i riflettori nazionali, conferenza stampa pochi minuti fa nella sede del Gal Serre Calabresi – Alta Locride”.

A sviscerare programmi e avvenimenti il vice presidente del Gal e sindaco di Stignano Franco Candia, il sindaco di Torre Pino Pitaro, il presidente del Consorzio Tutela e Valorizzazione Nocciola di Calabria Giuseppe Rotiroti, il direttore amministrativo del Gal Carolina Scicchitano e tanti produttori.

Quella di maggio sarà una scommessa. Una partita che si gioca attorno alle finalità dell’iniziativa. Sarà l’occasione per esaltare il prodotto “nocciola”, soprattutto in vista dell’attribuzione del marchio Igp, e promuovere il territorio delle Serre Calabresi. Al centro della manifestazione un’eccellenza agricola su cui si punta per fare economia e creare lavoro in una zona che ha tanto bisogno di affrancarsi dalla precarietà sociale e dalla spopolamento.

Per farlo il marchio organizzativo di Gal, Comuni Di Torre e Cardinale, Consorzio di Valorizzazione Nocciola, Associazione Città della Nocciola e Sloow Food hanno pensato a una due giorni che camminerà lungo un doppio asse: il “Laboratorio e percorso sensoriale sulla nocciola”, giorno 9, e il convegno “La Nocciola italiana: importante risorsa economica, un’eccellenza produttiva dei territori. La Corilicoltura in Calabria, un’opportunità per reddito e occupazione”, il giorno successivo.

Tante le presenze attese, tra cui imprenditori e coltivatori, esperti del settore, i rappresentanti delle regioni in cui si produce la nocciola, sindaci, amministratori provinciali, comunali e regionali. Chiuderà i lavori il presidente della regione Mario Oliverio. Appuntamento ai primi di maggio quando l’Italia della nocciola sarà a Torre di Ruggiero.

Qui nel comparto ci credono. Credono a un rilancio dal basso. Ci credono i sindaci, gli amministratori e, soprattutto, i 40 affiliati al Consorzio che hanno deciso di investire su se stessi.

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.