Stampa Stampa
34

CHIARAVALLE, COMMISSARIAMENTO PSC: GLI INTERROGATICI DI “CHI.CE”


Riceviamo e pubblichiamo:

 CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) –  6 APRILE 2019 – «Come probabilmente è successo a molti Chiaravallesi, la notizia del commissariamento del Piano Strutturale Comunale ci ha lasciati alquanto perplessi. 

Il solito articolo propagandistico descrive quello che apparentemente era sembrato l’ennesimo passaggio a vuoto di questa Amministrazione come un atto dovuto ed importante, fino quasi a sfiorare la marcia trionfale.

 Il Piano strutturale Comunale è ormai la tela di Penelope delle ultime quattro Amministrazioni (inclusa la gestione commissariale). L’incarico per la redazione dello strumento urbanistico era stato affidato dalla Giunta guidata da Nino Bruno (di cui faceva parte anche l’attuale sindaco) ad un team di professionisti. 

Il percorso del Psc, costellato da diverse vicessitudini, si è ben presto arenato (e la colpa di chi è? Qualcuno ce lo spiega?) ed infine, tre anni fa la lista “Ripensiamo Chiaravalle” lo inserì tra le priorità assolute del suo programma in campagna elettorale. 

L’Amministrazione in carica e il suo (ex) assessorato all’Urbanistica coinvolse subito i tecnici locali e la cittadinanza in questo maestoso teatrino, al fine di arrivare presto e bene all’agognata approvazione del Psc.

 Ora, 3 anni, 1000 giorni dopo l’insediamento di questa Amministrazione, clamorosamente ci si accorge che «sullo strumento urbanistico troppe le dichiarazioni di incompatibilità espresse dagli eletti nel civico consesso per la presenza di possibili interessi diretti che la legge fa risalire fino al quarto grado di parentela. Per cui, decisione obbligata quella del commissariamento». 

Anche in questo caso, è doveroso porre delle domande precise a questa Amministrazione, che frattanto, grazie anche alla scomparsa delle opposizioni, riesce a far passare le faccende ordinarie come un successo straordinario. 

  1. Concretamente, quando è cambiato l’indirizzo urbanistico di questo paese?

  2. Quando è stato deciso di cambiare assetto e dare tutto in mano alla regione?

  3. Quale procedura è stata seguita?

  4. E con quali indirizzi viene affidato il Psc alla regione?

  5. Perché per anni avete annunciato di essere prossimi alla soluzione del problema e adesso vi definite eroi per averlo demandato ad altri?»

 CHI.CE

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.