Stampa Stampa
37

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – TRASVERSALE, L’ANAS SI “METTE IN MOTO”: IL 3 FEBBRAIO INCONTRERÀ SINDACI E CITTADINI


Il sindaco di Chiaravalle: mi hanno chiesto la sala consiliare, ci daranno risposte

 di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) –  26 GENAIO 2017 –  Novità importanti e positive sul fronte Trasversale delle Serre. Sono emerse nel corso della riunione convocata dal Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” svoltasi mercoledì scorso presso la sede municipale di Chiaravalle Centrale.

Presenti: il direttivo del sodalizio (Francesco Pungitore, Silvia Vono, Marisa Gigliotti, Ulderico Nisticò, Fioravante Schiavello e Giovanni Sgrò); i sindaci Mimmo Donato (Chiaravalle Centrale), Luigi Tassone (Serra San Bruno), Giuseppe Marra (Cardinale), Mario Barbieri (Torre di Ruggiero), Antonio Minniti (Fabrizia), Michele Drosi (Satriano), Alessandro Doria (San Vito sullo Ionio) e Renato Puntieri (Olivadi); il vicesindaco di Gagliato, Domenico Aspro, e la vicesindaca di Chiaravalle Centrale, Pina Rizzo; gli assessori comunali di Chiaravalle Centrale Claudio Foti e Gianfranco Corrado; i consiglieri comunali Angelo Fera (Argusto), Alfredo Barillari (Serra San Bruno) e Stefania Fera (Chiaravalle Centrale).

La notizia più rilevante, comunicata ai presenti dal sindaco Mimmo Donato, è che l’Anas ha espresso la volontà di incontrare cittadini e amministratori locali del comprensorio il prossimo 3 febbraio a Chiaravalle Centrale. In quella sede verrà, presumibilmente, comunicato l’esito di un vertice operativo sulla Trasversale delle Serre, preannunciato dal sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, in programma a Roma l’1 febbraio. Insomma, qualcosa, finalmente si muove dopo mesi e mesi di stallo sui cantieri della perenne incompiuta superstrada Jonio-Tirreno.

“Merito del Comitato” hanno dichiarato i sindaci all’unisono, invitando il sodalizio a continuare la propria battaglia per lo sblocco di questa infrastruttura viaria, di fondamentale importanza per lo sviluppo delle aree interne. I presenti all’incontro hanno, comunque, sottoscritto un documento unitario da inoltrare alla sede Anas di Catanzaro, chiedendo risposte urgenti su tutte le problematiche ancora irrisolte della Trasversale: i lotti da appaltare, i lavori fermi a Monte Cucco, le bretelle abbandonate, la manutenzione dei tratti già esistenti.

Su input del sindaco di Fabrizia, che spera anche di togliere dalle competenze della Provincia le martoriate strade del Vibonese, si è ragionato anche sull’avvio di un percorso più generale di programmazione d’area per il territorio interessato dalla Trasversale delle Serre. In merito, Marisa Gigliotti, a nome del Comitato, ha stilato e proposto una bozza d’intenti, annunciando la possibile collaborazione dell’Inu-Calabria (istituto di urbanistica).

Non è mancato un accenno alla Gagliato-Satriano, tratto per il quale resta in piedi l’ipotesi di uno stralcio dalla progettazione con la conseguente riqualificazione solo delle strade già esistenti (provinciale Gagliato Mare) per un investimento stimato di circa 30 milioni di euro.

Su questa possibilità, il Comitato ha chiesto, in ogni caso, di avere accesso ad atti e documenti per una opportuna valutazione del caso.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.