Stampa Stampa
77

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – TRASVERSALE DELLE SERRE, IL COMITATO “BOMBARDA” LA REGIONE CALABRIA


Durissimo atto d’accusa nei confronti della Giunta calabrese nel corso dell’assemblea di ieri pomeriggio

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 25 MARZO 2017 –  Continua la telenovela della Trasversale delle Serre, una autentica incompiuta e simile sempre di più ad una cattedrale nel deserto.

Eppure ogni tanto il politico di turno, frequenta volentieri queste passerelle politiche dicendo che, presto, prestissimo, si ultimeranno i lavori iniziati già mezzo secolo fa, sicuramente andremo prima sul pianeta Marte, anche ieri la politica ha deluso e disatteso gli impegni presi con largo anticipo. Un territorio spogliato da ogni possibile risorsa cominciando dalla viabilità non certo al passo con i tempi. Una strada pensata come collegamento dallo ionio al tirreno, unendo paesi  dove l’isolamento la fa da padrone, ma solo sulla carta, perché la verità è altra.

Questo nonostante impegni continui da parte di amministratori comunali che si rapportano con il comitato, cercando di smuovere una situazione al limite della sopportazione. La Regione nel mirino delle critiche. La partecipata assemblea pubblica sullo sviluppo delle aree interne promossa ieri, a Chiaravalle Centrale, dal Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” si è trasformata in un durissimo atto d’accusa nei confronti della giunta calabrese “totalmente assente sul territorio”.

Certamente, nei giudizi negativi espressi dai relatori, ha pesato molto la mancata partecipazione del vicepresidente Antonio Viscomi il quale aveva preannunciato la sua presenza salvo poi defilarsi a poche ore dall’incontro “per sopravvenuti impegni”. Un forfait che gli organizzatori hanno interpretato come “l’ennesima occasione mancata di una classe dirigente arroccata nei palazzi del potere e lontanissima dai problemi quotidiani della gente”.

Concetti ribaditi a più riprese dal presidente del Comitato, Francesco Pungitore, il quale ha introdotto l’assemblea mostrandole immagini delle strade dissestate delle Serre e delle Preserre. “Di fronte a questa situazione gravissima di isolamento – ha argomentato – la Regione prima rispondeva con qualche promessa, ovviamente mai concretizzata. Adesso non fa che stare in silenzio”.

Altrettanto duri gli interventi della vicepresidente del Comitato, Silvia Vono, e del presidente onorario, Ulderico Nisticò. Di positivo c’è che l’Anas ha aperto un canale di dialogo con i cittadini e il territorio, preannunciando ufficialmente l’apertura, entro fine aprile, di due nuovi lotti di Trasversale e la costituzione di un tavolo tecnico per definire i tempi di conclusione di questa tormentata superstrada, di cui si parla fin dal lontano 1960. Molto interessante la seconda parte del convegno, dedicata alle potenzialità di sviluppo del comprensorio.

Hanno relazionato tre giovani professionisti, autori di studi e tesi di laurea sulle opportunità di sviluppo delle aree interne: la dottoressa in Pianificazione Antonella Pelaggi, l’architetto Jole Tropeano e l’ingegnere Domenico Basile. C’erano tutte le amministrazioni comunali del comprensorio, nell’ambito di una seconda parte di dibattito arricchita dal contributo tecnico dell’Istituto nazionale di urbanistica, autorevolmente rappresentato di suoi dirigenti regionali.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.