Stampa Stampa
57

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – TINO: «A CORRERE SULL’ACQUA SI RISCHIA L’ ACQUAPLANING»


Riceviamo e pubblichiamo nota stampa del consigliere comunale di minoranza  Gregorio Tino

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 1 OTTOBRE 2016 –  «La Commissione di Liquidazione certifica debiti per acqua potabile nei confronti di Regione Calabria a far data dal 1981 per un importo di € 1.474.553,48 ma Foti, maldestramente, arriva a qualificarlo “Importo pagato”; certo!»

Ma vediamo come e da chi: a) Con Delibera di Consiglio n. 11 del 1989 è stata proposta istanza di rateizzazione (5 rate) per il periodo 1981 – 1987 per un importo di € 503.352,00 casi regolarizzata: rata n° 1 di € 100.670,00 nel 1990; rata n° 2 di € 100.670,00 nel 1991; rata n° 3 di € 100.670,00 nel 1993; la IV e V rata per un ammontare di € 201.342,00 sono state pagate nel 2014. b) L’annualità 1988 per € 118.356,00 è stata pagata nel 1994 con mandato n° 797; c) L’annualità 1989 per € 133.297,00 è stata pagata nel 1995 con mandato n° 803; d) L’annualità 1990 per € 157.268,00 è stata pagata nel 1996 con mandato n° 420; e) L’annualità 1991 per € 181.282,00 è stata pagata nel 1997 con mandato n° 298».

«Perché fa finta di non sapere? Forse perché in quel periodo le amministrazioni erano infarcite di personaggi molto vicini o contigui alla sua cordata politica ed il Sindaco, guarda caso, era tale Santo Sestito? Tenta, invece, di girare la frittata chiedendo che fine hanno fatto i soldi pagati dai cittadini facendo finta di ignorare o dimenticare la vicenda degli ammanchi di tesoreria, £. 1.400.000.000, anno 1991».

«Non parla, ovviamente, dei debiti verso Sorical generati nel periodo 2006/2010, pagati dall’amministrazione Tino e precisamente: • € 280.808,22 con mandato n° 985 del 05/07/2013 a saldo forniture IV semestre 2006 – I, Il, III e IV trimestre 2007; • € 316.244,20 con mandato n° 1343 del 30108/2013 a saldo forniture di tutto il 2008; • € 359.489,70 con mandato n° 1350 del 05/09/2013 a saldo forniture di tutto il 2009; • € 249.759,89 con mandato n° 1099 del 29/05/2014 a saldo forniture del 2010. Nel periodo in esame Sindaco era tale Antonio Bruno e Assessore Domenico Donato, ma su questo omette e possiamo anche capire perché».

«La doppiezza morale di questo personaggio sta nel fatto che l’esposizione debitoria maturata nel tempo dalle varie amministrazioni ha garantito, anche a lui, il conferimento di incarichi per centinaia di migliaia di euro ed ora, satollo, lancia accuse nei confronti di tutti e si erge a moralizzatore, e, ancora non del tutto sazio, si insinua nella massa passiva del dissesto chiedendo il pagamento degli interessi sul ritardato pagamento di una delle tante parcelle».

«Attenzione a correre sull’acqua ad alta velocità, l’effetto acquaplaning potrebbe causare seri incidenti!».

Gregorio TINO consigliere comunale di minoranza (“Oltre”)

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.