Stampa Stampa
34

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – SANITA’, BOTTA E RISPOSTA TRA MAGGIORANZA E PD


Donato: «In carica da un mese, non rispondiamo delle “strategie occulte del passato»

di Fra. PO.

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) – 18 LUGLIO 2016 –  Casa della Salute, monta la polemica.

Nel senso che le parole pronunciate nei giorni scorsi dai consiglieri comunali di minoranza del Pd Pino Maida ed Emanuela Neri hanno scatenato la reazione del sindaco Domenico Donato e dell’amministrazione comunale.

Gli oppositori, nel chiedere a sindaco e maggioranza la convocazione di un consiglio comunale ad hoc su Casa della Salute e sanità territoriale,  avevano per così dire messo in luce la “stasi” sulla questione da parte dei “nuovi gestori” la cosa pubblica chiaravallese.

Listener (3)

Accuse che la maggioranza ha rispedito al mittente senza mezze misure e con tanto di “bacchettate”. Uno dei punctum dolens riguarda la perizia che ha dato esito negativo sulla stabilità del nuovo sito da destinare alla “Casa della Salute”. «Ci sembra strano – sottolinea il sindaco eletto nelle fila di “Ripensiamo Chiaravalle” – che il Partito Democratico denunci il silenzio della giunta comunale sulle problematiche relative alla “Casa della Salute”. Vorremmo solo ricordare che in tempi non sospetti, in pratica a marzo scorso, abbiamo parlato dell’esistenza di una relazione tecnica dalla quale venivano fuori delle criticità in merito alla vulnerabilità sismica della struttura, ipotizzando ben sei diversi tipi di intervento sull’ex “San Biagio».

Qui Donato (in foto) “affonda il colpo”. «Queste problematiche – afferma – le abbiamo messe in evidenza in più occasioni denunciando lo stato delle opere. Siamo in carica solo da un mese, non possiamo rispondere delle “strategie occulte” del passato che partono dalla chiusura della struttura».

E nella conclusione “rincara la dose”. «Se responsabilità ci sono – chiosa – vanno ricercate nella strategia politica sanitaria regionale».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.